Castelsardo, i fondali del golfo ripuliti dai rifiuti

Nel tratto di mare della Vignaccia ripescati materiali per l’edilizia, reti da pesca e tantissima plastica

CASTELSARDO. Si è svolta domenica scorsa la terza edizione dell’iniziativa virtuosa “Fondali Puliti”, promossa dal locale assessorato alle Politiche ambientali in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Porto Torres, dell’Ufficio locale marittimo, ed il fondamentale apporto delle associazione di immersione, Sea Project Castelsardo asd, del Nucleo Sub del Cvsm e della marineria locale. L'evento ha preso vita, di prima mattina, nel porto turistico di Frigiano da dove i volontari delle associazioni subacquee sono partiti per la ricognizione dei fondali antistanti il golfo della Vignaccia/Pedraladda ed hanno ripescato tubi per l’edilizia, un materassino da bagno dismesso, reti di cantiere, corde e cime, reti da pesca, materiale plastico di vario genere e diversi corpi morti.

Il materiale recuperato è stato trasportato a terra dai pescatori della locale marineria che, con le barche private, hanno dato il loro contributo alla giornata. La mattinata si è conclusa con un momento conviviale offerto dai supermercati Conad e con il dono, a tutti i partecipanti, di borracce ecologiche e porta mozziconi da spiaggia offerti dal Flag Nord Sardegna che ha patrocinato l’evento insieme alla Regione, alla Provincia di Sassari e al Parco Nazionale dell’Asinara.

«Un sincero ringraziamento va alle associazioni di diving, che durante le loro immersioni si rendono conto quotidianamente dello stato di salute dei nostri fondali – ha sottolineato il vice sindaco ed assessore alle politiche ambientali Roberto Fuori – ai pescatori, sempre sensibili al rispetto dell’ambiente, ed a tutti coloro che partecipano attivamente incentivando, anche l’amministrazione, alla sensibilizzazione per il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente».

Donatella Sini

WsStaticBoxes WsStaticBoxes