Puigdemont arrestato ad Alghero, l'avvocato: "E' fiducioso di poter tornare in libertà"

L'avvocato Agostinangelo Marras (foto Ivan Nuvoli)

Udienza a Sassari alle 14. Gli indipendentisti stigmatizzano il fermo in territorio italiano dell'ex presidente della Catalogna

ALGHERO. «Puigdemont sta bene, è fiducioso che la questione si possa risolvere quanto prima e si augura di tornare presto in libertà». Così l'avvocato Agostinangelo Marras, che assiste Carles Puigdemont dinanzi alla Corte d'appello di Sassari dopo l'arresto su mandato internazionale di estradizione avvenuto ieri sera 23 settembre all'aeroporto di Alghero. Il legale è già rientrato in Aula, dove tra le 14 e le 15 dovrebbe tenersi l'udienza di convalida dell'arresto.

Puigdemont arrestato ad Alghero, il legale: "Sta bene, è fiducioso"

Sul fronte internazionale si moltiplicano le reazioni. «Abbiamo appreso dai media la notizia dell'arresto di Carles Puigdemont» in Sardegna. «È una questione che riguarda le autorità giudiziarie e noi rispettiamo la loro indipendenza». Lo ha detto un portavoce della Commissione europea rispondendo ai giornalisti che chiedevano un commento sulla vicenda.

Intanto gli indipendentisti di iRS, ProgReS e Torra chiedono l'immediata liberazione dell'ex presidente catalano Carles Puigdemont, ma spiegano che «la situazione è ancora tutta da chiarire. Puigdemont è un eurodeputato, un democratico che i catalani hanno eletto e gira l'Europa tranquillamente per fare politica e appena arriva in suolo italiano, in questo caso purtroppo in Sardegna, viene arrestato e questa è un infamia, un'opera di sciacallaggio che che va respinta - afferma Cristiano Sabino, Sa Domo de Totus - bisogna creare una mobilitazione democratica perché è questo che Puigdemont porta avanti: il diritto democratico all'autodecisione e all'autodeterminazione dei popoli». Anche «A innantis» esprime tutta «la sua solidarietà al presidente e al popolo catalano» e chiede «il rilascio immediato del presidente Puigdemont», denunciando «la deriva autoritaria dello stato italiano che dimostra ancora una volta di avere seri problemi di democrazia».

E sempre per A Innantis, Franciscu Sedda rincara la dose: «Nei giorni scorsi Puigdemont è stato in Francia e nessuno si è azzardato di mettere in dubbio la sua immunità come parlamentare europeo. Tanto più che già il Belgio che la Germania hanno rigettato come illegittima ogni richiesta di estradizione da parte della Spagna. Solo in Italia poteva essere arrestato. In un'Italia così poco europea. In una Sardegna che purtroppo è ancora Italia». (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes