Domenica la festa della Madonna della Mercede

Una breve processione si terrà nella chiesa di San Giuseppe a causa delle restrizioni per la pandemia

SASSARI. Sono già entrati nel vivo, nella chiesa di San Giuseppe i solenni festeggiamenti in onore di Nostra Signora della Mercede, patrona dell’omonimo Arcigremio, una delle ricorrenze religiose più sentite della città, che avranno il loro culmine domenica 4 ottobre.

Il 25 settembre è cominciata la novena, preceduta alle 19 dalla messa, accompagnata dal canto dei tradizionali “Gosos” della Mercede in lingua sarda.

Anche quest’anno, la festa subirà delle restrizioni a causa delle misure di contenimento della pandemia da Covid-19, occasione per una più forte devozione alla Madonna della Mercede nel cui stesso nome è contenuta l’invocazione a liberarci da questa nuova “pestilenza”. Sabato 3 ottobre, alle 19, messa della vigilia, con vespri solenni ed Omelia Mariana del don Alessandro Madeddu. Domenica 4 ottobre, giorno della festa, alle 11 la messa solenne concelebrata presieduta da monsignor Antonio Tamponi, Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Sassari e l’ accompagnamento del Coro Polifonico “Francesco d’Assisi” diretto dal Maestro Ciro Cau. Quest’anno non potrà tenersi il tradizionale rito dell’intregu. Di sera alle 19, la messa con Omelia Mariana di don Gerolamo Derosas, cui seguirà una breve processione all’interno della chiesa.

Al termine recita della formula per poter lucrare l’indulgenza plenaria concessa, anche quest’anno, da Papa Francesco alle solite condizioni, e la benedizione con le reliquie dei Santi Mercedari.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes