Ex bocciodromo, al via la bonifica

Primo intervento del Comune per la riqualificazione dell’impianto compreso nella cittadella sportiva 

PORTO TORRES. L’amministrazione comunale ha deciso di dare un primo segnale concreto sulla riqualificazione dell’ex bocciodromo comunale all’interno della cittadella sportiva. Nell’ultima variazione di bilancio c’è infatti un finanziamento di 15mila euro per la rimozione, il trasporto e lo smaltimento presenti all’interno e all’esterno della struttura costruita diversi anni fa. Una bonifica totale di tutto l’impianto, quindi, che occupa un’area di circa 2mila e 500 metri quadrati: l’edificio ha dimensioni di circa 37,50 per 18 metri e una parte scoperta, e al suo interno ci sono un locale destinato a spogliatoi e una ampia gradinata per ospitare gli spettatori. Tutto l’immobile era ritornato nel patrimonio comunale qualche anno fa ed era stato preso in carica dall’amministrazione precedente. Che pur non riuscendo a reperire le risorse economiche per riqualificarlo, aveva programmato di affidare l’ex bocciodromo attraverso altri modi che contemplassero in ogni caso la sua completa riqualificazione.

Una corsa contro il tempo per cercare di rimettere quella struttura a disposizione della collettività, insomma, non andata però a buon fine. Le belle intenzioni non si sono infatti trasformate in interventi concreti, ed è stata allora la nuova amministrazione a trovare i fondi per valorizzare finalmente questa struttura comunale. Con un capitolo particolarmente significativo dedicato a un intervento di rimozione dei rifiuti, propedeutico al recupero e valorizzazione dell’ex bocciodromo.

«Si tratta di una struttura che è particolarmente cara a questa amministrazione – dice l’assessore al Patrimonio Alessandro Carta - e che è risultata abbandonata da tanti anni diventando di nuovo una mezza discarica: questo intervento è un segnale che abbiamo voluto dare alla città e su questa pratica vogliamo fare sul serio. Abbiamo deciso di effettuare il primo passo del più ampio disegno di riqualificazione e affidamento in gestione». L'interesse dell'amministrazione a dunque quello di iniziare a ripulire l’area, nella parte superiore delle gradinate dello stadio comunale, e le intenzioni successive sono invece testimoniate dal fatto che lo stesso intervento era stato inserito nel progetto presentato sul bando interministeriale per la Rigenerazione urbana per la riqualificazione di tutta la cittadella sportiva.

In attesa della risposta su quel finanziamento, comunque, l'amministrazione ha voluto prevedere l'intervento con fondi propri, come primo segnale di rilancio della struttura. Il bocciodromo è stato inoltre inserito nel piano delle valorizzazioni e alienazioni 2021-23 che verrà allegato al bilancio 2022. «Questo consentirà di procedere alla concessione del bene – conclude Carta – e considerata la difficoltà nel reperire risorse l'amministrazione intende procedere in due modi: mediante l'affidamento della gestione gratuita ad associazioni e società senza fine di lucro, ponendo a loro carico i lavori di riqualificazione; oppure attivando forme di partenariato pubblico-privato previste dai contratti».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes