I volontari ripuliscono Su Caminu ‘e Muzzolu

Iniziativa organizzata dalla neonata “Protezione Civile Mejlogu” di Bonorva All’antico sentiero seguiranno altri siti del territorio diventati discariche abusive 

BONORVA. La neonata “Protezione Civile Mejlogu di Bonorva”, presieduta da Efisio Campus, ha mosso i primi passi di un progetto di rispetto, tutela e sensibilizzazione ambientale della comunità locale con un’opera di bonifica che interesserà numerosi siti inquinati da azioni incivili.

In collaborazione con l’assessore all’agricoltura Mariano Sanna, con la “Prima giornata ecologica Bonorvese”, ha iniziato l’attività dedicata al territorio nel quale, con l'utilizzo di appositi strumenti, sono stati individuati i siti su cui agire, catalogati i rifiuti con rappresentazione fotografica, predisposta la geolocalizzazione e la raccolta. Il primo sito controllato dai volontari è stato “Su Caminu ‘e Muzzolu”, un sentiero di antica origine, di oltre 3,5 km, che parte dall’ex ospedale Manai e arriva all’antico Borgo di Rebeccu.

All’appuntamento si sono recati, oltre ai promotori dell’iniziativa, il gruppo trekking e Protezione Civile, i ragazzi dello Sprar, alcuni rappresentanti della consulta giovanile e diversi volontari.

Tutti muniti di guanti e buste di plastica trasparenti, hanno raccolto i rifiuti presenti lungo il sentiero, individuati con l’ausilio di un drone, guidato dall’operatore tecnico Stefano Cau, e dall’operatore ecologico Costantino Zanza che hanno predisposto le operazioni previa illustrazione della carte di I.G.M. 1:25.000, per la conoscenza delle località e dei beni identitari insistenti lungo il percorso prestabilito durante l’iniziativa e nelle zone limitrofe ad esso.

É stata una giornata simbolo che precederà una serie di attività dedicate all'ambiente per la sensibilizzazione della comunità locale e le altre di tutta la Sardegna. All’iniziativa è collegato anche il primo corso di orientamento, preparato dalla Protezione civile Meilogu, che servirà a vario titolo per le attività di protezione civile (antincendio boschivo, ricerca persone disperse e ogni altra urgenza).

Chiunque, in qualità di cittadino bonorvese, e non, con il supporto anche dei militari del corpo forestale e di vigilanza ambientale e dei barracelli potrà partecipare alle varie iniziative avviate della protezione civile Meilogu che puntano ad eliminare il pessimo vizio di quanti, in maniera subdola ed incivile spregio del vivere civile, espropriano gli spazi pubblici per creare autentiche “discariche rurali” incontrollate e assolutamente da bonificare.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes