Dalla Provincia 52 milioni per le scuole

Oltre cinquanta interventi a Sassari, Alghero, Porto Torres, Castelsardo e Ozieri

SASSARI. Buone notizie per le vetuste scuole del territorio sassarese. La Provincia di Sassari ha destinato oltre cinquantadue milioni all’edilizia scolastica per rendere le scuole sempre più sicure: in tutto sono stati previsti oltre cinquanta interventi in altrettanti plessi della provincia di Sassari, dalla città capoluogo a Porto Torres, Alghero, Castelsardo, Ozieri.

Gli interventi, alcuni già completati e altri incorso di realizzazione, riguardano lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, agibilità, efficientamento energetico, adeguamenti normativi, riqualificazione ambienti, consolidamento statico e antincendio, demolizione e ricostruzione come nel caso dell’istituto ex Itas a Sassari. Si tratta di un piano di opere pubbliche supportato da fondi propri, Miur e @iscola che mira ad avere istituti scolastici sempre più efficienti e al passo coi tempi.

«L’emergenza dettata dalla pandemia – evidenzia l’amministratore straordinario Pietro Fois – ha messo in luce le debolezze di quei luoghi che per loro conformità sono destinati alla socialità, all’istruzione e alla crescita dei ragazzi. Oggi più che mai è importante concentrarsi sul benessere degli istituti, renderli più sicuri, eliminare laddove ancora esistono le barriere architettoniche e modernizzare gli ambienti. Grazie al reperimento di queste risorse, abbiamo accantierato numerosi interventi e altrettanti sono in fase di progettazione. Abbiamo riservato alle scuole massima attenzione e continueremo a farlo».

Importanti, in città, gli interventi destinati allo Scientifico Marconi: ai lavori di demolizione del liceo “G. Marconi” e la ricostruzione ex Itas sono stati destinati 11 milioni e 180mila euro. Per il Liceo Azuni è in fase di approvazione un progetto da sei milioni di euro (intervento riguardante le due sedi di via Rolando e via De Carolis), per il Liceo Castelvì è pronto un milione, per l’Istituto tecnico industriale due lotti rispettivamente da due milioni e 660mila euro e un milione e 980mila euro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes