Ali ghiacciate e liquido antigelo pure: aereo parte in ritardo

SASSARI. Inconveniente tecnico, ieri mattina, all’aeroporto di Fertilia. Fa molto freddo, le ali dell’aereo si ghiacciano, il velivolo non può partire. Ordinaria amministrazione, in genere, se c’è un...

SASSARI. Inconveniente tecnico, ieri mattina, all’aeroporto di Fertilia. Fa molto freddo, le ali dell’aereo si ghiacciano, il velivolo non può partire. Ordinaria amministrazione, in genere, se c’è un minimo di organizzazione. Invece per i passeggeri diretti a Lisbona, vettore Ryanair, alle 9,45 comincia l’attesa. «Ci siamo regolarmente imbarcati, e intorno alle 10 ha fatto una spruzzata di neve – raccontano i viaggiatori a bordo – da quel momento è calato il silenzio. 10,20....11...11,30... noi sempre seduti sull'aereo al nostro posto. Finalmente alle 11,30 si degnano di dirci che il problema era il ghiaccio sulle ali e che...il liquido da spruzzare sulle ali per sciogliere il ghiaccio...era troppo freddo. Non era alla temperatura giusta e bisognava scaldarlo. È il colmo: in dicembre un liquido per scongelare le ali viene tenuto al freddo e non è pronto all’uso? O comunque non c’è una soluzione immediata, come avviene in qualunque altro aeroporto?». Passano ancora i minuti, gli addetti della Sogeal provano a verificare se il ghiaccio possa essere rimosso manualmente. Ma non è certamente un’operazione sicura. E infatti dopo poco desistono. «Alle 11,50 e ci dicono che dobbiamo aspettare ancora mezz'ora». Arriva mezzogiorno in punto, dove non arriva la tecnologia ci pensa la natura. Battuta del comandante: «Alleluja, possiamo partire perché il sole ha finalmente scongelato le ali!». (lu.so.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes