Murru: la rinascita inizia in Consiglio

Il presidente dell’assemblea: i fondi del Pnrr ci chiamano a essere protagonisti

SASSARI. «Se è vero che i Comuni sono oggi al centro di questa nuova stagione di cambiamento, di una nuova stagione di rinascita post-pandemica, se è vero che sono in arrivo risorse importanti per lo sviluppo di una molteplicità di opere suddivise nei più differenti obiettivi, che vanno dal sociale, alla digitalizzazione, ai trasporti, alla transizione verde ed ecologica, alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico e artistico, solo per citarne alcune, le assemblee civiche sono oggi più che mai, chiamate a giocare un ruolo decisivo». Così il presidente del consiglio comunale Maurilio Murru, che ha presentato nei giorni scorsi la sua relazione di metà mandato. «È stato un periodo difficile e complicato – ha spiegato – nonché del tutto imprevisto, durante il quale l’attività consiliare ha subito le restrizioni dettate dalla crisi pandemica, riuscendo comunque a limitare al minimo le fasi di interruzione, ormai azzerate grazie alla piena capacità di operare anche da remoto, in caso di emergenza». Ecco i numeri: 89 le sedute del consiglio comunale (delle quali 64 in presenza e 25 in videoconferenza), di cui 38 nel 2021, con l’attività in aula che ha impegnato 250 ore, delle quali 103 nel 2021. E ancora: 217 deliberazioni approvate (delle quali 81 nel 2021), 96 mozioni (40 nel 2021), 40 ordini del giorno (12 nel 2021) e 126 tra interpellanze e interrogazioni e 200 segnalazioni.

«Per menzionare soltanto alcuni dei passi di questo Consiglio – ha concluso Murru – ricordiamo il consiglio comunale aperto sul tema del tracciato della metrotranvia, la prima seduta in modalità telematica, la consegna della targa alle 5 donne che hanno dato lustro alla città di Sassari, l’istituzione della figura del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, la seduta del consiglio comunale aperta sul tema della Ztl, la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, il consiglio comunale solenne con oltre mille studenti per la giornata della memoria. Rimarco con grande soddisfazione il primo incontro avvenuto nel febbraio 2021 tra i presidenti del consiglio comunale di Alghero, Porto Torres e Sorso, coinvolti in un piano di condivisione e collaborazione attiva nell’ottica dell’istituzione della città metropolitana di Sassari e della gestione dei fondi del Pnrr. Ancora una volta ricordo il ruolo determinante che le assemblee civiche sono chiamate a giocare nell’era del cambiamento post-pandemico. L’auspicio è quello di sviluppare un costante confronto politico, anche aspro purché motivante e propositivo». (g.bua)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes