Triduo e festa solenne lunedì per celebrare Sant’Antonio Abate

SASSARI. Lunedì 17 gennaio nella chiesa di Sant’ Antonio Abate, meglio conosciuta come la chiesa dei Servi di Maria dove ha la propria Cappella e la sua Sede l’omonima Arciconfraternita, si celebrerà...

SASSARI. Lunedì 17 gennaio nella chiesa di Sant’ Antonio Abate, meglio conosciuta come la chiesa dei Servi di Maria dove ha la propria Cappella e la sua Sede l’omonima Arciconfraternita, si celebrerà in modo solenne la festa al santo. Padre del monachesimo, difensore della fede, confortatore dei cristiani perseguitati, dei poveri, dei sofferenti, in particolare dei malati del fuoco di Sant’ Antonio (herpes zoster), che viene invocato con messe per la guarigione, Sant’Antonio è anche protettore degli animali, e patrono dei pasticceri della Provincia Sassari aderenti al sindacato Co.re.pa.

La festa sarà preparata con un triduo: venerdì 14 e sabato 15 messa alle 17 preceduta dalla recita del rosario alle 16,30, e domenica la funzione sarà celebrata solo la mattina alle 10,30. Durante il triduo, il celebrante prendendo spunti dal vangelo e dalla vita del santo, esorterà i fedeli ad onorare il patrono con preghiere . Lunedì 17 giorno della festa di Sant’Antonio abate, la celebrazione solenne presieduta da don Fernando Maria Cornet parroco di San Donato e San Sisto, sarà celebrata alle 17. Tutte le celebrazioni del triduo e della festa saranno animate dai canti liturgici dai componenti dell’Arciconfraternita dei Servi di Maria guidati dal priore Mario Dau.

L’Arciconfraternita dei Servi di Maria con in testa il priore Mario Dau e il parroco di San Donato e San Sisto che presiederà le celebrazioni, invitano perciò tutti i fedeli devoti aa Sant’Antonio Abate, titolare della chiesa, a partecipare alla solenne funzione e ad attenersi alle disposizioni in materia di Covid.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes