Sassari, maltrattamenti alla moglie: arrestato ex assessore comunale

L'uomo, di 70 anni, è stato scarcerato e il giudice ha applicato la misura dell'allontanamento dalla casa familiare

SASSARI. Una chiamata alla centrale operativa con una donna che chiedeva l’intervento dei carabinieri ha fatto scattare lunedì scorso la procedura del codice rosso. Sul posto, un’abitazione in città, è intervenuta dopo qualche minuto una pattuglia del nucleo radiomobile di Sassari. I militari hanno chiesto conto alla donna di cosa fosse successo e lei a quel punto avrebbe riferito che durante un litigio con il marito lui le avrebbe messo una mano sul collo. Versione smentita con forza dall’uomo, P.P., 70 anni, che – come è emerso dai successivi accertamenti – in passato ha ricoperto la carica di assessore comunale a Sassari. Come previsto in questi casi il coniuge è stato portato via dai carabinieri e martedì mattina nel tribunale di Sassari si è tenuta l’udienza davanti al giudice che ha convalidato l’arresto e, su richiesta dello stesso avvocato difensore dell’indagato, ha applicato la misura dell’allontanamento dalla casa familiare. Tra un mese, in occasione della prima udienza del processo, è previsto l’esame della parte offesa. Il 70enne ha respinto tutte le accuse ammettendo sì di aver avuto un litigio con la moglie ma di non aver mai alzato le mani o provato a farle del male né quel giorno né mai durante il matrimonio. La donna non ha riportato lesioni in seguito a questo episodio e nessuna denuncia era mai stata presentata prima di lunedì.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes