La Nuova Sardegna

Sassari

Stintino

«Papà, eri un grande lavoratore e il lavoro ti ha portato via da noi»

di Giovanni Bua
«Papà, eri un grande lavoratore e il lavoro ti ha portato via da noi»

Le drammatiche parole del figlio di Ernesto Peano, morto sabato 

24 ottobre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari «Il mio papà. Non doveva andare così. Eri un grandissimo lavoratore e il lavoro ti ha portato via da noi». Queste le drammatiche parole del figlio di Ernesto Peano, l’imprenditore edile 66enne sassarese, precipitato sabato mattina dal tetto di un capannone in un agriturismo vicino a Stintino dove stava eseguendo un sopralluogo per svolgere dei lavori di manutenzione, e morto poche ore dopo al Santissima Annunziata per le gravi ferite riportate.

L’ennesima morte sul lavoro i cui contorni saranno ora chiariti dalle indagini condotte dai carabinieri della Stazione di Stintino e della Compagnia di Porto Torres, in collaborazione con gli ispettori dello Spresal.

Il sostituto procuratore Ermanno Cattaneo ha disposto l’autopsia sul corpo dell’uomo che è morto nella notte di sabato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata, dove era stato ricoverato in seguito all'incidente e l’area è stata posta sotto sequestro.

L'uomo, titolare di un’impresa edile, sabato mattina stava facendo un sopralluogo in un’azienda agricola a Lu Cuili Novu, a in Località Ovile Nuovo a 500 metri dalla strada principale che porta a Pozzo San Nicola, vicino alla spiaggia di Coscia di Donna e al “Mare di Fuori”. L’intervento richiesto era la sostituzione di alcune lastre di copertura di un capannone. Secondo la prima ricostruzione dei fatti Peano, intorno alle 11 del mattino, è salito sul tetto della struttura per un sopralluogo, e ha perso l’equilibrio, cadendo da un’altezza di circa quattro metri e atterrando sulla schiena.

Le sue condizioni sono apparse subito disperate, tanto che l'equipe del 118 arrivata sul posto ha richiesto subito l'intervento dell'elisoccorso dalla base di Alghero per trasportare con urgenza il ferito all'ospedale.

Peano è stato ricoverato in Rianimazione ma intorno alle 20 di sabato il suo cuore si è fermato. Troppo gravi i traumi riportati nella caduta.

Sul luogo dell’incidente sono immediatamente intervenuti i carabinieri di Stintino. La Procura della Repubblica di Sassari ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e il magistrato i turno, il sostituto procuratore Ermanno Cattaneo, ha inviato sul posto gli ispettori dello Spresal, il Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro della Asl. Dalla relazione dei militari e degli ispettori, che hanno sentito diversi testimoni, la Procura potrà avere un quadro più preciso dell’accaduto ed eventualmente iscrivere qualcuno nel registro degli indagati.

Ernesto Peano era un imprenditore edile molto conosciuto e stimato e sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati dopo la notizia del tragico incidente in cui ha perso la vita. Su tutti quello del figlio che piange un padre portato via dal suo lavoro.

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra un’auto e un furgone all’ingresso di Sant’Antioco: muore un 50enne di Carbonia, grave l’altro conducente

Le nostre iniziative