La Nuova Sardegna

Sassari

Sassari

Buddi Buddi pericolosa e a rischio crollo: chiuso un tratto realizzato tre anni fa

di Gianni Bazzoni
Buddi Buddi pericolosa e a rischio crollo: chiuso un tratto realizzato tre anni fa

30 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Più di trent’anni di attesa per avere la Buddi Buddi a 4 corsie e sono bastati appena tre anni per vederla iniziare a sgretolarsi fino a perdere pezzi importanti e lasciare trasparire evidenti segnali di pericolo. Prima una leggera fenditura, poi il progressivo allargamento di quel solco nell’asfalto che appare inarrestabile e potrebbe preludere a cedimenti importanti. E considerata la mole di traffico che ogni giorno sopporta quel tipo di struttura, ieri nella tarda mattinata la strada è stata prima delimitata e presidiata per consentire gli accertamenti dei tecnici e dei vigili del fuoco e poi - in tarda serata - una volta attivati i percorsi alternativi è stata chiusa al traffico nei due sensi di marcia in attesa di valutazioni più approfondite.

Il tratto di strada interessato è quello dopo il Bar Graziella che conduce verso l’ingresso di Sassari: si prosegue per un tratto curvilineo che poi riporta sulla rotatoria all’altezza del Ponte Brandinu. Proprio in quel cavalcavia - la cui costruzione è recente e risale a qualche anno - si è creata la spaccatura sul manto stradale che è stata segnalata da una pattuglia della polizia locale impegnata ieri mattina in una attività di servizio in quella zona. Gli agenti hanno attivato l’intervento dei tecnici comunali e dei vigili del fuoco. E le prima valutazioni hanno confermato la presenza di una condizione di rischio importante. Tanto da decidere la chiusura della strada.

Per tutta la giornata sono andati avanti i consulti tra i tecnici e anche le riflessioni necessarie per sopperire all’emergenza rappresentata da una infrastruttura così importante. Con il passare delle ore ha preso piede l’idea di riaprire - proprio in quel tratto – il vecchio percorso (a due corsie) che era stato dismesso con l’entrata in funzione della nuova strada a 4 corsie. Per attivare la soluzione alternativa, però, si è reso necessario un intervento di adeguamento con la riduzione di alcuni tratti di uno spartitraffico e fare in modo che anche i mezzi pubblici possano transitare senza problemi.

Poco dopo le 20 di ieri sera la parte della Buddi Buddi interessata dal cedimento è stata chiusa e transennata. Nessun veicolo potrà transitare fino a nuove disposizioni. E nella mattinata di oggi cominceranno le perizie dei tecnici per capire che cosa sta succedendo in una infrastruttura che ha poco più di tre anni di vita e che presenta già segni di degrado preoccupanti. Le analisi dovranno anche stabilire le cause che stanno determinando i pericolosi cedimenti.


 

In Primo Piano
Incidenti

Doppia tragedia della strada: un motociclista muore a Cagliari e una donna a Villasor

Le nostre iniziative