La Nuova Sardegna

Sassari

Tribunale

Ucciso con un pugno, Roberto Di Seri patteggia 3 anni davanti al gup

di Nadia Cossu
Ucciso con un pugno, Roberto Di Seri patteggia 3 anni davanti al gup

L’uomo, 42 anni, sconterà la pena svolgendo lavori socilamente utili nel comune di Alghero

11 maggio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Ha patteggiato una pena di tre anni davanti al gup di Sassari Gian Paolo Piana per omicidio preterintenzionale Roberto Di Seri, il 42enne che il 9 giugno dell’anno scorso, ad Alghero, dopo un diverbio avuto per strada, aveva sferrato un pugno mortale contro Roberto Delrio – davanti agli occhi del figlio 15enne di quest’ultimo e di un suo amico coetaneo – facendolo cadere a terra. Il sessantenne aveva battuto la testa e da quel momento aveva perso conoscenza. Aveva lottato per giorni nel reparto di Rianimazione del Santissima Annunziata di Sassari. Ma alla fine Roberto, nonostante un cuore forte e un fisico prestante, si era arreso.

La pena (possibilità prevista dalla riforma Cartabia) verrà sostituita dai lavori socialmente utili che l'imputato svolgerà nel Comune di Alghero. Di Seri era in moto con la moglie il giorno della tragedia. Delrio, a bordo della sua auto percorreva via Barraccu e, per immettersi su via XX Settembre, aveva di poco superato la linea dello stop per avere una migliore visuale. Lo avrebbe fatto mentre sopraggiungeva la moto guidata da Roberto Di Seri. Ne era nata una discussione, che sembrava finita lì. Ma i due si erano ritrovati casualmente poco più avanti. Altra discussione e quel pugno mortale.

Il patteggiamento (risultato di un accordo tra il pm Paolo Piras e gli avvocati della difesa) verrà formalizzato nell'udienza del 6 luglio.

In Primo Piano
La tragedia

Terribile schianto nella notte: due morti e due feriti a Escalaplano

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative