La Nuova Sardegna

Sassari

L’operazione

Porto Torres, sbarca dal traghetto con 1,3 kg di eroina purissima: arrestato dalla Finanza

Porto Torres, sbarca dal traghetto con 1,3 kg di eroina purissima: arrestato dalla Finanza

La droga è stata rintracciata grazie all’olfatto del cane antidroga Karma. L’uomo è stato trasferito al carcere di Bancali

12 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Non c’era carbone nel suo bagaglio, ma oltre un chilogrammo di eroina purissima proveniente dal Sud Est asiatico. Così, il giorno dell’Epifania lo scorso 6 gennaio, per un cittadino nigeriano appena sbarcato dal traghetto a Porto Torres sono scattate le manette, dopo i controlli effettuati dalla Guardia di Finanza.

Ad accorgersi dell’ingente quantitativo di eroina in possesso dell’uomo è stato il cane antidroga Karma, impiegato dai finanzieri della Compagnia di Porto Torres dopo che l’uomo aveva risposto in maniera incerta ed evasiva alle domande sulle motivazioni del viaggio e la sua destinazione.  

Karma, in forza alla Compagnia di Porto Torres delle Fiamme Gialle, ha mostrato specifico interesse per lo zaino del passeggero, che è stato ispezionato immediatamente, consentendo di estrarne quattro involucri contenenti eroina bianca, per un peso complessivo di oltre 1,3 kg.

L’eroina bianca (cloridrato di diamorfina), prodotta nell’area geografica nota come Triangolo d’Oro, formata da Birmania, Laos e Thailandia, è la più pura tra quelle esistenti nel mercato ed è chiamata anche eroina n. 4 perché richiede 4 processi di raffinazione contro i 3 dell’eroina base, nota come brown sugar, qualità maggiormente diffusa in questo territorio.

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e il cittadino nigeriano è stato tratto in arresto in flagranza di delitto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria sassarese, che ne ha disposto l’immediato trasferimento presso il carcere di Bancali, con l’accusa di detenzione e trasporto illeciti di sostanza stupefacente. In poco più di un mese è il secondo sequestro di droga eseguito dalla Guardia di Finanza nei confronti di soggetti sbarcati a Porto Torres.

In precedenza, a fine novembre, le fiamme gialle avevano arrestato un altro soggetto trovato in possesso di 1,5 kg di cocaina confezionata in ovuli. L’operazione di servizio si inquadra nel dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti, coordinato dal Comando Provinciale di Sassari, che interessa i principali punti di accesso al nord dell’Isola.

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative