La Nuova Sardegna

Sassari

Le visite

Sassari, l’8 marzo al pronto soccorso giornata su Medicina di genere

Sassari, l’8 marzo al pronto soccorso giornata su Medicina di genere

L’Aou sassarese aderisce all’iniziativa “Diverse nel cuore” con controlli preventivi per il sintomo di dolore toracico

05 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Ci sarà anche il pronto soccorso dell’Aou di Sassari tra quelli del sistema dell’emergenza-urgenza italiano che l’8 marzo parteciperanno al progetto “Diverse nel cuore”. L’iniziativa, che si svolge in occasione della giornata internazionale della donna, è organizzata dalla Società italiana di medicina dell’emergenza e urgenza (Simeu).

Il progetto rappresenta una survey sperimentale che ha lo scopo di valutare le differenze nella presentazione del sintomo dolore toracico fra donne e uomini. Mira quindi alla migliore definizione di una diagnosi differenziale, applicando i principi della Medicina di genere. Saranno considerati “arruolabili” tutti i pazienti adulti (maggiori di anni 18) che accederanno consecutivamente al pronto soccorso l’8 marzo (dalle 0.00 alle 23.59) con il sintomo “dolore toracico”.

«Il progetto Diverse nel Cuore – afferma il dottor Paolo Pinna Parpaglia, direttore del pronto soccorso dell’Aou di Sassari – rappresenta un passo importante verso una medicina più attenta alle specificità di genere. Un più appropriato inquadramento iniziale del sintomo dolore toracico ci permetterà di migliorare la prognosi e la gestione dei pazienti con malattia coronarica acuta, garantendo un approccio più efficace e personalizzato».

Gli operatori si concentreranno quindi sulla sindrome coronarica acuta, una delle principali cause di mortalità nei paesi industrializzati. Si tratta di una patologia considerata responsabile di 7.4 milioni di casi di morte all’anno. Dai dati a disposizione del pronto soccorso di Sassari sugli accessi per dolore toracico, registrati nella seconda metà dello scorso anno, risulta che su 911 ingressi 474 erano uomini e 437 donne. Da giugno 2023, inoltre, la struttura è dotata di un percorso clinico-diagnostico specifico dedicato.

«È fondamentale – conclude Pinna Parpaglia – concentrarsi sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce per ridurre l’impatto della sindrome coronarica acuta. La Medicina di genere tiene conto delle differenze biologiche e socio-culturali tra uomini e donne che possono influire significativamente sullo stato di salute».

In Primo Piano
Incidente

Cade da cavallo e sbatte la testa: grave 16enne di Senorbì

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative