La Nuova Sardegna

Sassari

La premiazione

Alla Polizia locale di Sassari il premio nazionale Anci per il progetto “Tuttiperuno”

Alla Polizia locale di Sassari il premio nazionale Anci per il progetto “Tuttiperuno”

Riconoscimento per la campagna di sensibilizzazione e contrasto rispetto ai temi del bullismo e del cyberbullismo nelle scuole cittadine

24 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Un Comando vicino alle persone e ancora di più ai giovani, per spiegare loro i principi della legalità e della correttezza e allo stesso tempo farli sentire tutelati e protetti. È grazie a questo che nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale si è aggiudicata il premio “Sicurezza Urbana Anci 2023”, assegnato alla Polizia locale di Sassari a Roma nella sede nazionale dell’Associazione dei Comuni italiani.

Il Comando, in rappresentanza di tutta l’Amministrazione cittadina, ha vinto il premio per il miglior progetto scolastico 2023: “Tuttiperuno”, campagna di sensibilizzazione e contrasto rispetto ai temi del bullismo e del cyberbullismo promossa dal Comando di Polizia locale sotto la direzione del comandante Gianni Serra, il coordinamento del maggiore Emanuele Fresi e dalle agenti Federica Carta e Serena Fattacciu. Insieme all’assistente Filippo Petretto, sempre presente a supporto di ogni iniziativa, sono stati tutti invitati alla cerimonia a Roma durante la quale hanno ritirato il premio.

Il progetto di Sassari ha ottenuto il prestigioso riconoscimento nazionale per l'incisività del messaggio trasmesso agli adolescenti e per l'articolazione del percorso sviluppato nel corso dell'intero anno scolastico. Sono state organizzate numerose giornate di sensibilizzazione e realizzate nelle classi delle scuole secondarie, incentrate su confronti costanti e dibattiti attuali sul tema del bullismo e del cyberbullismo a cui hanno partecipato alunni, docenti e agenti.

Nelle scuole è stato inoltre costituito un gruppo di lavoro formato da studenti a cui affidare il monitoraggio di questo fenomeno all'interno degli istituti e ciò con la finalità di favorire efficaci strumenti di prevenzione e di contrasto, e di cogliere i primi campanelli di allarme. Ma questo progetto ha, anche, previsto numerosi momenti di riflessione e di informazione, realizzati nelle piazze e nei luoghi di aggregazione degli adolescenti e, infine, la partecipazione attiva delle scuole alla campagna di sensibilizzazione con la realizzazione da parte di ogni singola scuola aderente al progetto di un cortometraggio sul tema che è stato presentato in concorso tra tutti gli istituti nel convegno conclusivo della campagna di legalità, in cui si è ulteriormente analizzato il fenomeno di fronte a tecnici, insegnanti, dirigenti, rappresentanti istituzionali e studenti, e si sono potute ascoltare le testimonianze drammatiche del presidente della Fondazione Carolina, Paolo Picchio, e di una giovane sassarese vittima di bullismo per anni. Oggi, a disposizione di ragazze e ragazzi che ne hanno bisogno, c’è un numero loro dedicato (3294203949 e 079274100) a cui potersi rivolgere in totale sicurezza, per sentirsi protetti e non più soli nel gestire situazioni di pericolo o di soprusi.

In Primo Piano
Sardegna

Sassari, Giuseppe Conte al mercato di piazzale Segni: "In Europa per opporci all'austerity e proteggere i lavoratori"

Emergenza

Baronia stritolata dalla siccità, vertice in Regione con Alessandra Todde

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative