La Nuova Sardegna

Calcio: Leao stende il Verona, Milan torna a vincere e aggancia l'Inter in vetta

23 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Milano, 23 set. - (Adnkronos) - Dopo il brutto ko nel derby e il pari all'esordio in Champions League contro il Newcastle il Milan torna a vincere prendendosi momentaneamente la vetta della classifica insieme all’Inter, che sarà in campo domani a Empoli. Rossoneri avanti dopo 8' con Leao, a segno per la terza volta di fila in campionato, mandato in porta da Giroud: il portoghese segna e corre ad abbracciare il tecnico Pioli in panchina. Verona vicino al pari con Folorunsho, ma Sportiello è super sul suo colpo di testa. Nella ripresa infortunio per Krunic ed esordio in A per il 2005 rossonero Bartesaghi. La partita comincia con mezzora di ritardo a causa del violento acquazzone, con tanto di grandinata, che si è abbattuto su San Siro durante il riscaldamento dei giocatori. Il Milan, senza quattro titolari e schierato con la difesa a tre, sfrutta l'unica leggerezza difensiva degli ospiti di tutto il primo tempo e sblocca dopo 8': Folorunsho si fa soffiare palla a centrocampo, il portoghese ha una prateria e la sfrutta nel migliore dei modi. I rossoneri provano a gestire, abbassando i ritmi e controllando per larghi tratti il possesso, ma concedono un'occasione proprio a Folorunsho, che prova a farsi perdonare: Sportiello si fa trovare pronto e respinge il colpo di testa ravvicinato. Ai padroni di casa manca un po' di lucidità: i tanti impegni cominciano a farsi sentire, così Baroni capisce che è il momento di osare. Entra subito Bonazzoli, che crea qualche grattacapo alla difesa comandata da Kjaer. Fino al 60' sono gli scaligeri a provarci con continuità, anche se Sportiello non deve mai compiere interventi particolari, poi ci pensa Leao, con un paio di accelerazioni, a far guadagnare metri al Milan, che però perde Krunic per un problema muscolare. Con il passare dei minuti aumentano gli spazi per i ragazzi di Pioli: ci provano Pulisic e Musah ed è bravissimo Montipò a tenere a galla i suoi. Nel finale c'è anche l'esordio del giovane Bartesaghi, mentre Baroni prova a giocarsi la carta Djuric per sfruttare le mischie in area di rigore. Non bastano però sei minuti di recupero: torna al successo il Milan e Pioli festeggia nel migliore dei modi le 150 panchine in rossonero.
In Primo Piano
Politica

Sassari, il primo discorso di Giuseppe Mascia: «È venuto il momento della responsabilità: le priorità sono lavoro e salute»

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative