La Nuova Sardegna

Sport

Carbonia, per il rilancio sono in arrivo nuovi soci

CARBONIA. Per il Carbonia si presenta un nuovo corso in vista dell'impegno del campionato di Promozione 2014-15. Una ricostruzione che interessa i massimi livelli dirigenziali della società, i quali...

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CARBONIA. Per il Carbonia si presenta un nuovo corso in vista dell'impegno del campionato di Promozione 2014-15. Una ricostruzione che interessa i massimi livelli dirigenziali della società, i quali potrebbero subire dei mutamenti, e che non consente di fare previsioni sul futuro perché questo dipende dall'indirizzo che la nuova gestione dovrà indicare. «La prospettiva – dice il patron Renato Giganti – è che il cammino possa proseguire senza la nostra partecipazione, ovvero potrebbe esserci la cessione totale della società, oppure in forma parziale. Se dovesse verificarsi un innesto di nuovi soci con l'apporto di risorse utili si potrebbe programmare la disputa di un campionato di tutto riguardo, anche perché la squadra è dotata di solide basi con l'organico attuale. A rafforzare la tesi c’è il settore giovanile, dal quale si può attingere e che sinora ha ben figurato in campo regionale con le categorie juniores, allievi e giovanissimi». Giganti sottolinea che gli allievi e i giovanissimi hanno acquisito il diritto di partecipazione al campionato di Eccellenza regionale di nuova costituzione al quale aderiscono le quattro squadre più forti della categoria.

«Le trattative in corso per l'acquisizione della società – spiega ancora – hanno avuto inizio alla chiusura del campionato e una volta raggiunto il buon fine si potrà programmare la prossima annata calcistica. Sia nell' eventualità di compartecipazione e quindi di accorpamento, sia che si verifichi la cessione totale e quindi un nuovo corso dei colori biancoblù, entro il 15 giugno è necessario definire il tutto. Ritengo positivo lo scorso campionato – dichiara ancora Giganti – per il fatto che abbiamo raggiunto la salvezza a ben dieci giornate dalla conclusione, anche se abbiamo rallentato il passo una volta ottenuto lo scopo. C’è però da dire che il prosieguo è risultato utile per far acquisire maggiore esperienza per i vari giovani, il che porterà benefici nel prossimo campionato».

Il Carbonia si trova quindi davanti a un bivio nella propria storia, una situazione che se da una parte infonde qualche dubbio, dall’altra potrebbe anche spianare la strada verso un futuro di successi, più consono al prestigio della società mineraria. La speranza è che l'afflusso dei tifosi, che è mancato nella scorsa stagione, possa tornare a essere quello di una volta: il pubblico potrebbe essere il dodicesimo uomo in campo.

Sergio Farigu

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative