La Nuova Sardegna

Sport

il Mercato

Pulga verso l’addio, Ranieri in pole

A giorni la scelta del nuovo allenatore. Silvestri e Vecino restano

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Prime mosse di mercato per il Cagliari. Il riscatto del portiere Luca Silvestri dal Chievo e del centrocampista Matias Vecino dalla Fiorentina, è scontato. La società rossoblù intende esercitare l’opzione a proprio favore. Un accordo di massima tra i club è già stato raggiunto e sarà formalizzato nei prossimi giorni. Il nodo allenatore verrà sciolto agli inizi della prossima settimana. «Abbiamo un discorso aperto con Ivo Pulga -a ha spiegato il direttore sportivo Nicola Salerno -, dobbiamo parlare con lui e poi decideremo». L’impressione è che ci sarà un volto nuovo sulla panchina rossoblù. Il nome? Resta valida l’opzione Claudio Ranieri, così come quella di Breda e Boscaglia, tecnici che stanno lavorando benissimo in serie B.

Il rinnovo di Daniele Conti è in dirrittura d’arrivo. Il capitano vestirà ancora per una stagione la maglia del Cagliari.«Siamo sulla buona strada - ammette Salerno -. Ci siamo parlati e c’è sintonia. Mi auguro che la riserva possa essere sciolta in tempi brevi». Su Andrea Cossu, invece, il diesse frena: «Valuteremo», dice. Una risposta diplomatica che conferma l’addio.

Intanto Victor Ibarbo, in ritiro con la nazionale cilena in vista dei mondiali, lancia messaggi al Napoli: «E’ bello sapere che ti cerca una squadra importante. Sarebbe un sogno giocare in Champions League. Avere la stima di un grande allenatore come Benitez, è uno stimolo enorme». Salerno replica così: «Chi vuole il giocatore deve parlare con noi e nessuno, per ora, si è fatto avanti». Davide Astori è l’obiettivo numero uno della Roma, ma nella corsa al difensore centrale si è inserito il Milan. Pare su suggerimento di Pippo Inzaghi. Sirene inglesi, infine, per Daniele Dessena. Il centrocampista piace al Sunderland, dove c’è un alto italiano: Giaccherini. Ma difficilmente il Cagliari lo lascerà partire. (r.m.)

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative