La Nuova Sardegna

Sport

ECCELLENZA

Il Fertilia ha un futuro, si avvicina l’ingresso di nuovi dirigenti

ALGHERO. Il Fertilia perde alcuni pezzi ma non sarà smantellato come si vocifera da più parti. A sottolinearlo è il presidente Aurelio Ferroni che evidenzia come ancora non si sia raggiunto un...

28 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ALGHERO. Il Fertilia perde alcuni pezzi ma non sarà smantellato come si vocifera da più parti.

A sottolinearlo è il presidente Aurelio Ferroni che evidenzia come ancora non si sia raggiunto un accordo per il nuovo allenatore. Il nome di Massimo Demartis, dato per certo nei giorni scorsi, non è un’invenzione giornalistica. La trattativa esiste, manca l’ufficialità. Così come è ancora in piedi la trattativa con Mauro Giorico, il quale ha già espresso il suo apprezzamento per un ritorno sulla panchina gialloblù. Il tutto pare sia legato all’ingresso o meno di nuovi dirigenti. Potrebbero esserci new entry societarie di primo livello, vale dire nuovi soci che hanno alle spalle notevoli esperienze nel mondo calcistico. Sui nomi è top secret. Qualcuno “spara” nomi a caso, forse tra i tanti che si fanno qualcuno potrebbe pure azzeccare, ma sarebbe più un caso. Per cui inutile fare elenchi senza fondamento. Il fatto certo è che il presidente Ferroni sta cercando nuovi soci per poter programmare il futuro del Fertilia. Un futuro che in ogni caso si chiamerà Eccellenza. Come detto la rosa non verrà smantellata. A oggi le uniche partenze certe sono quelle di Mereu, Luiu e Sini al Latte Dolce, Ledda al Taloro e Murgia al Calangianus. Per il resto è ancora tutto in stand by. Giocatori come Marco Puddu che sembravano diretti verso altri lidi, sembra si siano ricreduti e abbiano avuto qualche contatto per restare a Fertilia. Aurelio Ferroni non si è sbilanciato, ma se dovesse andare in porto la trattativa in corso, si parla di un Fertilia che potrebbe ambire alle alte sfere della classifica. Quello che non si riesce a capire è il motivo per cui ci sia stato un rallentamento nella trattativa. Tra l’altro, come detto più volte dal massimo dirigente, la società canarina è sana dal punto di vista economico e poi, fatto rilevante, ha un parco giocatori di sua proprietà davvero molto interessante. E proprio i giovani, che sono sempre stati un punto importante nella programmazione del Fertilia, potrebbero giocare un ruolo ancora più importante in questa fase. Il futuro è loro, per cui chi entrerà nel Fertilia sa bene che in prospettiva può solo pensare positivo.

Nicola Nieddu

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative