La Nuova Sardegna

Sport

vuelta

Fabio Aru scala la classifica È ottavo dietro Valverde

Fabio Aru scala la classifica È ottavo dietro Valverde

OLA ZUBIA. Nel primo degli otto arrivi in salita della Vuelta 2014, il ciclista della Movistar Alejandro Valverde conquista tappa e maglia amarillo. Al termine dei 167 chilometri previsti dopo la...

29 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLA ZUBIA. Nel primo degli otto arrivi in salita della Vuelta 2014, il ciclista della Movistar Alejandro Valverde conquista tappa e maglia amarillo. Al termine dei 167 chilometri previsti dopo la partenza da Benalmadena in Andalusia, il campione spagnolo si è lasciato alle spalle gli altri attesi protagonisti di questa Vuelta numero 69, come Chris Froome, portacolori della Sky, giunto secondo a un’attaccatura. Terzo sul traguardo de La Zubia, al termine di uno strappo di circa 5 chilometri, Alberto Contador della Tinkoss Saxo. Tra gli italiani, ottima la prova di Fabio Aru, giunto all’arrivo con un ritardo di 18 secondi, ma autore di una grande prova, che gli ha permesso di risalire la classifica generale dal 21° all’ottavo posto.

In classifica generale Valverde ha conquistato la maglia rossa con 15” di vantaggio sul compagno di squadra Quintana e 18” su Contador. Aru è ottavo a 58 secondi.

Dopo 50 chilometri di gara la Garmin, la Katusha, la Orica e la Movistar di Quintana e Valverde decidono di prendere in mano le redini della corsa. All’attacco della salita finale a 4,5 km dal traguardo è Valverde a mettersi a disposizione di Quintana e fare il forcing negli ultimi due chilometri, staccando alcuni tra i ciclisti più attesi come Caruso, Kelderman e Anacona. Rimangono in nove corridori a contendersi la vittoria di tappa, tra cui Quintana, Froome, Aru, Rodriguez e Contador. A seicento metri dalla conclusione scatta Purito Rodriguez, seguito a ruota da Valverde, Froome, Contador e Quintana. A ridosso del traguardo un Valverde impressionante riparte e si aggiudica la tappa dopo aver tirato tutta la salita. Fabio Aru segue.

Oggi la settima tappa, Alhendin-Alcaudete, di 169 km. Una tappa meno impegnativa della precedente ma ricca di saliscendi. Nel finale, nonostante la salita sia ampiamente pedalabile, se affrontata con un alto ritmo potrebbe creare ampia selezione.

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative