La Nuova Sardegna

Sport

Torres a Busto, ricomincia l’avventura

 Torres a Busto, ricomincia l’avventura

Alle 14,30 il fischio d’inizio del campionato dei rossoblù sul campo della Pro Patria. Torneo equilibrato, sognare è possibile

30 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Buon viaggio Torres. Alle 14,30 di oggi sul campo di Busto Arsizio i rossoblù riassaporeranno l’aria della serie C. L’appuntamento arriva dopo una campagna acquisti a singhiozzo condizionata dall’attesa per il ripescaggio che ha riportato la squadra sassarese nel calcio professionistico. La Torres scenderà in campo con le gambe un po’ così, frutto di una preparazione cominciata in ritardo, ma con il morale altissimo. I ragazzi vogliono dimostrare di meritare la categoria e sanno di poterlo fare. Massimo Costantino ha a disposizione una rosa completa in quasi tutti i reparti (forse manca ancora una punta) e può contare su alcuni ragazzi che hanno esperienza e qualità tecniche importanti. Gli avversari di oggi non stanno meglio (anche la Pro Patria è partita in ritardo e ha grossi problemi societari) ma il discorso è più generale. In attesa di scoprire quanto vale la squadra allestita dal tandem Capitani-Nucifora, non sembra di scorgere all’orizzonte formazioni in grado di ammazzare il campionato.

Ci sono due o tre squadre che non nascondono di puntare alla promozione (il Novara è in prima fila) ma le altre, chi più chi meno, sono ancora alle prese con rose la limare e con problemi di budget.

La Torres può essere la sorpresa dell’anno, la mina vagante in un girone molto tecnico dove può giocare un ruolo importante il calore del pubblico e l’attaccamento alla maglia.

A inizio stagione la società si era posta come obbiettivo «una tranquilla salvezza». Adesso l’asticella si è alzata e anche se nessuno osa parlare di serie B gli sguardi sono tutti rivolti verso l’alto. In fondo i rossoblù hanno conquistato quattro promozioni nelle ultime cinque stagioni. E’ così pazzesco pensare che possano allungare la striscia?

Sognare, prima del fischio d’inizio di questo pomeriggio, non costa nulla. E la speranza è che Migliaccio e compagni riescano a fare il colpaccio portando a casa i primi tre punti della stagione. Sarebbe una manna per il morale, per il pubblico sassarese e per la stessa società. Provaci Torres.

A.L.

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative