Mureddu da record nell’eptathlon

Ai tricolori allievi di Rieti in evidenza anche il lunghista Renolfi

SASSARI. Record sardo e ottavo posto finale nell'eptathlon per Clara Mureddu, quinta piazza nel salto in lungo per Daniele Renolfi andato vicino al podio: sono i risultati più importanti degli atleti sardi nella seconda giornata dei campionati italiani allieviU18 in corso a Rieti. Daniele Renolfi (campione italiano indoor) dopo aver guadagnato la finale con un salto a 6,74 (+0,4) nella prova per il titolo è riuscito a migliorarsi saltando a 6,95 (+1,0). Misura ottenuta al primo tentativo, non migliorata nel corso della prova vinta da Luigi Case (Pescara) su Leonardo Pini (Cremona) con 7,26 e 7,23. Nel giavellotto, con 6 sardi in gara, dopo aver fatto segnare in qualifica il nuovo personale con 39,95 e 54,91 Azzurra Marchetti (Dinamica Sardegna) e Luca Flore (Atl.Oristano) hanno chiuso rispettivamente al 7° e 11° posto con 38,54 e 37,19. Molto bene ha nell'eptathlon la nuorese Clara Mureddu (Atl.Sport e vita). Dopo aver realizzato il personale di 1,59 nell'alto (724 punti) e fatto segnare 16"21 nei 100Hs (700 punti) ha saltato 5,03 nel lungo, lanciato il giavellotto a 34,54 e concluso gli 800 metri in 2'44"41. Per lei 8^ piazza con 4080 punti nuovo record sardo della specialità che cancella il suo primato di 3845 punti stabilito a Sassari lo scorso anno. Delusione per il campione italiano del lancio del disco Francesco Piras (Atl.Uras) eliminato con un lancio a 38,44 e 2 nulli dopo che pochi giorni fa a Sassari aveva lanciato a 49,95. (r.sp.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes