Vale Rossi e il virus: «È come una influenzona»

ROMA. Il giorno dopo non è ancora smaltita la rabbia per Valentino Rossi e Federico Pellegrini, contagiati dal Covid. «Avevo tutti i sintomi: mal di schiena, mal di ossa, mal di testa e febbre a 37.6...

ROMA. Il giorno dopo non è ancora smaltita la rabbia per Valentino Rossi e Federico Pellegrini, contagiati dal Covid. «Avevo tutti i sintomi: mal di schiena, mal di ossa, mal di testa e febbre a 37.6 – ha raccontato il “Dottore”– È come un'influenzona. Il nervoso ancora non mi passa». Il fratello Luca Marini ha cercato di consolarlo: «L'ho sentito, difficile affrontare psicologicamente quello che è successo, io stesso ho preso malissimo la notizia».

Il leader del mondiale Moto2, 23 anni, ha quindi rivolto un appello ai coetanei: «Se tutti ci impegniamo e seguiamo le indicazioni degli esperti sono sicuro che la diffusione del virus diminuirà nettamente. Mi raccomando, teniamo la mascherina e rispettiamo le distanze».

Valentino è riuscito comunque a scherzarci, mettendo su Instagram una foto del suo cane, con il commento «Ulisse non capisce come mai non sono ad Aragon». Yamaha ora deve capire come far fronte alla sua assenza.

Anche Federica Pellegrini è delusa e arrabbiata. La nuotatrice italiana più forte di sempre con quattro Olimpiadi sulle spalle a una medaglia d’oro ai Giochi di Pechino ha scoperto di essere stata contagiata dopo un allenamento in piscina. «Quando sono uscita dalla vasca avevo molti dolori e tornando a casa è cominciato il mal di gola. Così ho fatto il tampone e sono risultata positiva». Mi dispiace tanto perché lunedì sarei dovuta andare a Budapest a gareggiare. Peccato».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes