L’Olbia continua a muovere la classifica

Pari senza gol contro l’Albinoleffe a Gorgonzola, dove arrivò l’ultima salvezza. I galluresi salgono al terzultimo posto

GORGONZOLA (MI). Sullo stesso campo dove il 30 giugno scorso conquistava la salvezza nella gara dei playout contro la Giana Erminio, l’Olbia ha conquistato un punto meritato e prezioso contro l’AlbinoLeffe. La squadra bergamasca, in attesa del suo nuovo stadio a Zanica, gioca infatti a Gorgonzola le proprie gare casalinghe.

La formazione di Max Canzi, con una prestazione più che positiva, ha dato continuità alla vittoria di domenica scorsa contro la Juventus U23 ed è salita al terzultimo posto in classifica a quota 13 punti agganciando proprio la Giana.

L’Olbia ha avuto un buon approccio alla partita e ha sofferto l’AlbinoLeffe solo sulle fasce mentre al centro della difesa Emerson e Altare sono stati bravissimi a contenere le punte avversarie, soprattutto il capocannoniere Manconi. Inoltre il “puma” Emerson nella ripresa ha colpito anche un palo su punizione ed è stata quindi l’Olbia la squadra ad andare più vicina al vantaggio.

Già in avvio di gara, al 6’ Altare in area avversaria veniva anticipato da Mondonico e il primo corner della partita era dell’Olbia. Poi però al 9’ Gusu sfondava a destra e metteva indietro il pallone per Galeandro il cui tiro era parato da Tornaghi.

Al 16’ tiro di Manconi a lato e al 20’ ci provava senza fortuna anche Giorgione.

In una gara equilibrata, l’Olbia teneva bene il campo e soffriva un po’ solo sulle fasce le accelerazioni di Gusu e Petrungaro. Al 28’ quest’ultimo scambiava con Giorgione e lasciava partire un destro da fuori area che Tornaghi deviava in angolo. E dal corner di Genevier, spizzata di Mondonico per Giorgione che metteva fuori da ottima posizione.

L’Olbia rimetteva fuori la testa, sostenuta dalle giocate di Giandonato e Ragatzu, ma non riusciva a creare problemi all’arcigna difesa bergamasca.

All’8’ della ripresa però, ecco la punizione di Emerson a giro che colpiva il palo con Savini che non ci sarebbe mai arrivato. Pronta la risposta dell’AlbinoLeffe con il tiro di capitan Giorgione che costringeva Tornaghi alla deviazione in tuffo sopra la traversa.

Al 24’ iniziativa di Manconi che saltava due avversari e poi serviva il neoentrato Gelli, il cui tiro che non creava problemi a Tornaghi.

Il campo diventava sempre più pesante sotto la fitta pioggia e per le due squadra era molto difficile creare gioco e a prevalere era quindi più l’agonismo che la tecanica su entrambi i fronti. Così a un certo punto lo 0-0 è sembrato accontentare entrambe. L’ultimo sussulto nel recupero, con un colpo di testa di Altare che terminava non lontano dal palo di Savini.

L’Olbia quindi non sbanda sotto la pioggia e - a piccoli passi - prosegue la sua marcia per tirarsi fuori dal fondo della classifica.

Stefano Spinelli



WsStaticBoxes WsStaticBoxes