le pagelle

7 CRAGNO Tre parate da campione nel primo tempo. Soprattutto sul colpo di testa di Schiattarella. 5,5 CEPPITELLI Non è un errore ma un orrore quello che commette il difensore sul gol di Lapadula....

7 CRAGNO Tre parate da campione nel primo tempo. Soprattutto sul colpo di testa di Schiattarella.

5,5 CEPPITELLI Non è un errore ma un orrore quello che commette il difensore sul gol di Lapadula. Una leggerezza imperdonabile. E' l'unica sbavatura di una partita giocata col cuore ma poteva costare cara.

7 GODIN Sempre ben piazzato, bene nel gioco aereo, la sua esperienza è importantissima. Ingaggia con Lapadula un corpo a corpo senza esclusioni di colpi. Lo vince alla grande.

5,5 CARBONI Lapadula gli crea una montagna di problemi. Non lo prende mai, viene saltato con troppa facilità. Nell’intervallo

resta negli spogliatoi.

6 MARIN Quando ha la palla tra i piedi prova sempre a ragionare. Lotta ma sul piano fisico un po' soffre. Entra nell’azione del primo gol. Ogni tanto esagera a portare il pallone.

6,5 DEIOLA Gioca a singhiozzo. Buoni interventi, intervallati da errori banali. Cresce nella parte finale durante la quale diventa un gladiatore che bada al sodo.

6,5 LYKOGIANNIS Un gran gol con un tiro a giro perfetto. Con Insigne non è facile ma riesce a contenerlo. La sua è una partita diligente. Senza fronzoli.

7 NAINGGOLAN Ci mette l'anima. Si vede che è di una spanna superiore agli altri sul piano tecnico, ma ieri ha dovuto a volte usare la scimitarra. Non si è risparmiato, ha dato tutto quello che aveva.

7 JOAO PEDRO Prima parte della gara senza acuti. Si scatena nella seconda, segnando la rete che chiude il match. Tiene palla, fa salire la squadra. Gran cuore.

7 PAVOLETTI I difensori del Benevento lo raddoppiano sempre, giocano duro e lo provocano, soprattutto Caldirola. Li punisce segnando alla sua maniera (di testa) la rete del sorpasso. Un combattente.

6,5 ZAPPA Gioca tutto il secondo tempo. Spinge tantissimo sulla corsia di destra, dà il via all'azione del 2-1. Bene nella fase difensiva, che non è il suo pezzo forte.

6 ASAMOAH È lui a toccare Viola nell’azione del rigore prima concesso e poi tolto. Bada al sodo, spazza via senza pensare.

6 RUGANI Nel caldissimo finale, pulisce tre volte l'area di testa. Essenziale.

SV DUNCAN In campo per una manciata di minuti.

SV CERRI L'attaccante gioca il recupero.

R.M.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes