A Sassari riparte il galoppo green pass e 500 spettatori

SASSARI. Questo pomeriggio prende il via all'ippodromo di Sassari la riunione autunnale di corse al galoppo. Una sessione che si preannuncia intensa dopo la debacle estiva che aveva portato alla...

SASSARI. Questo pomeriggio prende il via all'ippodromo di Sassari la riunione autunnale di corse al galoppo. Una sessione che si preannuncia intensa dopo la debacle estiva che aveva portato alla sospensione delle corse. Lo stop forzato fu imposto dalla commissione ministeriale dopo l'ispezione sul tracciato turritano, ritenuto inagibile in quel momento.

La commissione due giorni fa ha dato il via libera promuovendo a pieni voti la pista, dal momento che sono state risolte le numerose criticità legate al fondo. Questo grazie agli interventi di manutenzione della società ippica sassarese.

Il Mipaaf ha concesso il recupero delle giornate estive che andranno ad aggiungersi a quelle previste in autunno, per un calendario strutturato su 7 giornate: si correrà ogni 6 giorni fino al 1° novembre e si concluderà sabato 6.

Intanto oggi si parte: prima corsa alle 15.25, green pass obbligatorio e un limite massimo di 500 spettatori. I primi a scendere in pista saranno i gentleman, impegnati sui 2000 metri: Akenta De L'Alguer è il cavallo da battere. Offsider, Red Cross e Tenuta le alternative. Si prosegue con i fondo arabo di 3 anni: Chiocciola e Chi L'ha Visto sono vicini nell'ultima, Calisto è un'idea buona, Consuelo per la sorpresa. Maiden per fondo inglese di 3 anni sui 2000 metri: corsa incerta, la forma recente indica Confidenza, battuta male nell’ultima sortita. Da tenere d’occhio Castellana e Cathmandu Day.

Condizionata per purosangue di 3 anni ed oltre sui 1000 metri: giocoforza si punta dritti su Twilight Eclipse, specialista del chilometro secco. L’opposizione è rappresentata da Sound System, protagonista a freccia sul tracciato e sulla distanza. Patita De L’Alguer e Pintor Fisich valgono la piena menzione, Bice resta velenosissima. Maiden per purosangue di 2 anni sui 1500 metri: dopo il 4° posto del Criterium Sardo, Thor De Sa Matta è il logico favorito della corsa. Occhio alle compagne di lavoro Colmbiana e Cresta dell’Onda, attese in progresso. Il team è in forma e Priol De L’Alguer va considerato a prescindere.

Il pomeriggio si chiude con una reclamare per fondo inglese di 3 anni sui 1500 metri: gabbie piene ma con diverse certezze, le quali si orientano sul quartetto composto da Communique, Cicala, Cucciola Per Toni e Cheremule, tutti andati molto vicini alla vittoria. Ma non sono escluse eventuali sorprese a quote interessanti.

Bruno Murratzu



WsStaticBoxes WsStaticBoxes