Cagliari abulico e falcidiato dagli infortuni travolto a Firenze: 3-0

Il gol del 2-0 della Fiorentina siglato da Nico Gonzalez

Un rigore visto solo dal Var spiana la strada ai viola che poi non lasciano scampo ai rossoblù. Infortunati anche Caceres e Nandez mentre Strootman da forfait poco prima della partita

FIRENZE. Il Cagliari esce con le ossa rotte dalla trasferta di Firenze, travolto dai viola in forma smagliante. Poche le scusanti per la squadra di Mazzarri: un rigore, al 18’, perlomeno dubbio che ha dato il via alla festa della Fiorentina e il lungo rosario di infortunio. Il tecnico rossoblù infatti, aveva dovuto fare a meno già di Godin e Oliva, infortunatisi sabato, e nella mattinata di oggi anche a Strootman. A completare il quadro negativo, l’uscita di Caceres dopo 20 minuti della partita contro i gigliati e quella di Nandez al 25’ della ripresa. Ma a preoccupare, in ogni caso, è la squadra, incapace di reagire nei momenti di difficoltà. Il tutto a tre giorni dalla partita interna contro la Roma che si annuncia altamente complicata.

Eppure l’avvio della gara era stato discreto, con il Cagliari capace di tenere alto il proprio baricentro e pronto a ribattere alle iniziative viola. Mazzarri aveva scelto ancora il 4-4-2  per opporsi alla Fiorentina. Al 15’ però il primo squillo della Fiorentina con Martinez Quarta che tirava fuori dopo un bell’assist in area. Al 18’ arrivava l’episodio dubbio del rigore concesso per un fallo di mano di Keita che nessuno aveva visto, neanche i viola che non avevano assolutamente protestato per questo episodio. Il Var però avvisava l’arbitro che assegnava il tiro dagli 11 metri.  Vlahovic rinunciava alla trasformazione lasciandola a Biraghi che al 21' non  falliva.

Subito dopo l’uscita per infortunio di Caceres con l’ingresso di Bellanova che veniva messo sulla linea di centrocampo a destra con l’arretramento nella line difensiva di Zappa. Ma il Cagliari faceva poco o nulla, concedendo ripetute azioni pericolose agli avversari, gasati dal vantaggio e dalla qualità dei suoi, in partiolare Saponara assolutamente ispirato. Saponara coglieva anche un palo con un destro a giro al 37’ e poi, lanciato da Vlahovic, serviva l’assist del 2-0 a Nico Gonzales, mettendo il sigillo a un primo tempo in cui il Cagliari, dal canto suo aveva saputo impensierire poco o nulla la porta avversaria.

La partita finiva in archivio già al 4’ della ripresa con un sontuoso calcio di punizione di Vlaovic che non lasciava scampo a Cragno. Lo stesso Vlaovic poco dopo sfiorava il poker sempre su calcio piazzato. Al 25’ l’uscita di Nandez per un infortunio muscolare ed esordio in serie A per lo slovacco Adam Obert, talentuoso giovane della Primavera, classe 2002. In precedenza erano già entrati Pavoletti, Pereiro e Grassi, anche per far rifiatare qualcuno dell’11 partito tiolare in attesa della sfida di mercoledì con la Roma alla Sardegna Arena.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano, Venuti, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi (22' st Terzic), Bonaventura (37' st Duncan), Torreira (37' st Amrabat), Maleh (22' st Castrovilli), Gonzalez, Vlahovic, Saponara (29' st Callejon). (25 Rosati, 55 Nastasic, 98 Igor, 29 Odriozola, 24 Benassi, 67 Munteanu, 42 Bianco). All. Italiano

CAGLIARI (4-4-2): Cragno, Caceres (24' pt Bellanova), Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis, Zappa (13' st Pereiro), Marin, Deiola (13' st Grassi), Nandez (26' st Obert), Joao Pedro, Keita (13' st Pavoletti). (1 Aresti, 31 Radunovic, 15 Altare, 17 Farias). All. Mazzarri

Arbitro: Rapuano di Rimini

Reti: nel pt 21' Biraghi (rig.), 42' Gonzalez; nel st 4' Vlahovic

Note. Angoli 4-1 per Fiorentina Recupero: 2', 3' Note: ammoniti Keita per gioco non regolamentare, Marin per gioco falloso. Angoli 4-1 per Fiorentina Recupero: 2' e 3' Spettatori: 20.290, incasso 340.066 euro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes