Beffa Tempio, il derby al Calangianus

Il ritorno di una sfida che mancava da 7 anni. Espulsioni, gol fantasma e rigori reclamati. Decide Inzaina nel recupero

TEMPIO 0

CALANGIANUS 1

TEMPIO: Doumbouya, Saba, Piriottu, Cuccu, Silvetti, Coradduzza (47’ st Idili) , Ferraro, Franco (44’ st Tiddia), Uleri (dal 21’ Moro), Valenti, Aloia. In panchina: Mazzara, Erittu, Latte, Masu, Sotgiu, Spezzigu. Allenatore: Nativi.

CALANGIANUS: Gobbi, Patta (37’ Milia), Ricciu (37’ st Azara), Lollia (37’ st Melis), Giammalva, Ligios, Sechi (16’ st Sambiagio), Torresi, Cissé (36’ st Inzaina P.), Centeno, Tusacciu. In panchina: Inzaina A., Del Soldato, Azara, Serra, Cugini. Allenatore: Rusani.

ARBITRO: Pani di Sassari.

RETI: 46’ st Inzaina.

NOTE: ammoniti: Cissé, Tusacciu, Silvetti, Gobbi, Ferraro, Ligios, Corraduzza. Espulsi Piriottu, Milia, Centeno. Angoli 5 a 4 per il Tempio. Spettatori 1.000 circa.

TEMPIO

È stato un derby vero. Espulsioni contestate, un gol fantasma, un rigore reclamato, la rete decisiva segnato in pieno recupero e qualche scaramuccia finale tra i giocatori al rientro negli spogliatoi. A deciderlo è stato un calangianese doc, Paolo Inzaina, insaccando di testa a tempo scaduto una palla che Doumbouya ha intercettato, ma che poi è rotolata in fondo alla rete. È stato l’epilogo di una partita combattuta e giocata su un campo molto allentato dalla pioggia (poche volte abbiamo visto il Manconi in condizioni così critiche), che ha costretto il Tempio al primo stop stagionale. I galletti vedono così Doumbouya, il migliore degli azzurri con Valenti, subire il primo gol della stagione dopo 631 minuti di imbattibilità. Ma è stata comunque una partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre.

Al 7’ ci prova il Tempio con un colpo di testa di Valenti parato da Gobbi, poi sulla respinta tira ancora Uleri e Gobbi devia in angolo. Al 10’ si vede il Calangianus con un tiro di Sechi che Doumboya para in due tempi. Poi il primo episodio chiave, al 12’. Piriottu vede il rosso per un fallo su Sechi, un’espulsione contestata dai padroni di casa, per i quali il fallo era da giallo. Il Tempio resta in dieci ma non demorde e al 20’ un tiraccio di Valenti dal limite è respinto da Gobbi con i pugni. Al 24’ la reazione giallorossa con un cross di Lollia parato, poi al 28’ Sechi colpisce di testa e para ancora Doumbouya. Al 40’ c’è il secondo episodio chiave. Una punizione dal limite di Valenti è respinta da Gobbi in volo plastico, il portiere argentino si sbatte poi al palo facendosi anche male. Valenti reclama il gol, la palla era entrata (come confermato poi dalle immagini) ma la terna arbitrale non se ne accorge. Infine da segnalare che dopo un contrasto in area con Cisse’, il pallone carambola sul braccio di Silvetti e il Calangianus reclama il rigore. Nel secondo tempo subito al 7’ Doumbouya respinge di piede una conclusione di Sechi, poi al 18’ viene espulso Milia e dopo 51’ le squadre tornano in parità numerica. Al 30’ c’è un tiro di Torresi dal limite con la palla che finisce a lato alla sinistra del portiere tempiese e infine al 46’ il gol di Inzaina che regala il derby ai giallorossi.

Marco Giordo



WsStaticBoxes WsStaticBoxes