La Nuova Sardegna

Sport

Nuoro, il brazilian jiu jitsu irrompe con "Una Barbagia di sport"

Nuoro, il brazilian jiu jitsu irrompe con "Una Barbagia di sport"

Dal 10 al 12 dicembre l'evento che prevede il torneo No-gi e il seminario The calling

03 dicembre 2021
2 MINUTI DI LETTURA





NUORO. Buone notizie per tutti gli appassionati di grappling e brazilian jiu-jitsu. Esauriti i posti per il Trofeo Power dedicato alla pesistica, c’è tempo infatti fino al 5 dicembre per iscriversi al Nuoro Tournament: No-Gi e al The Calling, due degli appuntamenti della prima edizione di “Una Barbagia di Sport”, la manifestazione sportiva organizzata dall’A.s.d Isola dello Sport - con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Nuoro - in programma a Nuoro il 10, 11 e 12 dicembre 2021.

Il Nuoro tournament. No-Gi è una competizione sportiva di grappling, ramo del brazilian jiu-jitsu che prevede lotte senza kimono, No-Gi appunto. È diviso in due classi di esperienza: classe B e classe A, distinte per peso degli atleti. Alla sua terza edizione, in precedenza ha sempre coinvolto un elevato numero di partecipanti (tra i 100 e i 120 iscritti) con atleti provenienti da tutta la regione e di tutte le età.

Il The Calling, alla sua seconda edizione, è un camp di seminari sul brazilian jiu-jitsu per agonisti e amatori tenuto da tre ospiti di rilievo nel panorama del brazilian jiu-jitsu regionale e nazionale: Luca Anacoreta, Simone Franceschini e Daniele Pisu.

Luca Anacoreta. Romano, classe 1989, inizia a praticare BJJ all’età di 10 anni. Cintura nera 2° grado, è uno dei primi lottatori italiani ad aver raggiunto i massimi livelli in questo sport e uno degli atleti italiani più rappresentativi nel circuito internazionale, dove ha conquistato ben 12 titoli europei Open, Gi e No-Gi e numerosi podi. Oltre all’attività agonistica, insegna nella sua palestra di Roma, l’Aeterna Jiu Jitsu.

Simone Franceschini. Detto “Grigno”, come Anacoreta - con cui ha condiviso per anni il tatami - è nato a Roma nel 1989. Anche lui cintura nera, inizia a praticare BJJ durante l’adolescenza fino a diventare campione del mondo di Grappling nel 2013 in Canada e a fare del BJJ la sua professione, aprendo la sua accademia a Roma, la Peak29.

Daniele Pisu.  Psicoterapeuta e professore di BJJ a Cagliari. Tra i fondatori della Riot Academy, con la sua esperienza decennale rappresenta una figura di riferimento in Sardegna sotto il profilo tecnico e professionale. Nel 2020 ha conquistato la medaglia d’argento all’Abu Dhabi Jiu Jitsu Pro nella categoria Gi Master 2 Black 77 Kg

Elezioni regionali 2024
DIRETTA

Elezioni regionali in Sardegna, lo spoglio in tempo reale: Alessandra Todde verso la vittoria – DIRETTA

Le nostre iniziative