La Nuova Sardegna

Sport

cagliari, dopo la batosta con l’inter 

Mazzarri per ora non si tocca Strigliata del mister alla squadra

di Roberto Muretto
Mazzarri per ora non si tocca Strigliata del mister alla squadra

INVIATO A MILANO. Mazzarri a rischio? Se le parole spese dal presidente Tommaso Giulini non più di due settimane fa hanno un senso, la risposta è no. Perchè c'è anche il rovescio della medaglia. Chi...

14 dicembre 2021
2 MINUTI DI LETTURA





INVIATO A MILANO. Mazzarri a rischio? Se le parole spese dal presidente Tommaso Giulini non più di due settimane fa hanno un senso, la risposta è no. Perchè c'è anche il rovescio della medaglia. Chi al suo posto? Far tornare Semplici sembra l'ultima delle ipotesi. Il nome che circola è quello di Gattuso, ma si dovrebbe ricominciare tutto daccapo. L'allenatore toscano deve trovare il modo di portare in salvo la barca rossoblù che da mesi naviga in acque agitatissime. Per farlo non servono solo le idee ma anche le prestazioni. Quella di domenica al "Meazza" è stata orribile. Non c'è niente da salvare. C'è invece da preoccuparsi perchè la squadra ha mostrato limiti caratteriali che non dovrebbe avere chi lotta per la salvezza. Il tecnico del Cagliari ha parlato senza peli sulla lingua al gruppo alla ripresa degli allenamenti. Un faccia a faccia chiaro, forse anche duro. La speranza è che provochi una reazione immediata. Sempre che non arrivi un'altra strigliata da parte del presidente, che domenica sera era di pessimo umore.

Limiti. Se hai l'acqua alla gola, devi lottare con tutte le forze per provare a non annegare. I Quattro Mori hanno perso tutti i duelli individuali, non hanno vinto un contrasto, sono sempre arrivati in ritardo sulle seconde palle. Così, contro un avversario che ti è superiore, non hai scampo. Non può essere questo l'atteggiamento se si vuole evitare la retrocessione.

Mercato. Saranno almeno tre gli acquisti. E qualcuno partirà. Il Cagliari dice di avere le idee chiare su quello che dovrà fare a gennaio. Di sicuro serve un difensore, un centrocampista e un attaccante, considerato che Keita andrà via per quasi un mese per giocare la Coppa d'Africa col Senegal. Per la difesa si parla di Goldaniga che al Sassuolo viene utilizzato col contagocce. Il primo contatto tra i due club ci sarebbe già stato. Sembra invece non interessare Izzo del Torino. Scartato Pulgar per il centrocampo, il Cagliari fa un pensierino ad Andrea Conti del Milan, ai margini del progetto rossonero. Roberto Piccoli dell'Atalanta, attaccante di vent'anni, è un profilo che piace al club rossoblù. Il ds Capozucca dovrà vincere la concorrenza di Verona, Sampdoria, Monza ed Empoli.

Nandez. L'uruguaiano via a gennaio? Al momento no. Tra Cagliari e Inter non c'è nessuna trattativa in corso. Vista la situazione di classifica, privarsi del giocatore adesso potrebbe diventare un autogol. Con i nerazzurri potrebbe essere fatto un ragionamento per il futuro, considerato che a giugno la cessione è scontata. Giulini probabilmente parlerà con il centrocampista. Gli chiederà di aiutare la squadra a raggiungere la salvezza e poi lo lascerà libero. Naturalmente se le offerte che arriveranno (anche il Napoli è interessato) saranno adeguate.

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative