La difesa dei “bimbi”: 65 anni in tre

Statistiche. Il capitano Joao Pedro è l’unico che finora non ha saltato una partita

CAGLIARI. Due exploit. Dopo oltre otto mesi il Cagliari riassapora la gioia di due vittorie consecutive. Il precedente risale alla settimana dal 17 al 25 aprile, quando il Cagliari addirittura infiló tre successi: 4-3 al Parma, il colpaccio in trasferta a Udine (0-1) e il sorprendente 3-2 interno contro la Roma.

La difesa baby. Continua a sorprendere la difesa baby del Cagliari che ha ottenuto due vittorie in altrettante partite disputate. Altare, Lovato e Carboni sommano 65 anni in tre, con una media di poco meno inferiore ai 22 anni.

Cagliari-Bologna. Quella di martedì è stata la 15ª vittoria casalinga in serie A contro il Bologna. La prima nel 1966, un 4-0 in cui Riva segnó una tripletta. Da segnalare anche che il 2-1 di due giorni fa è il quarto successo di fila interno contro la squadra emiliana.

Gol oltre il 90’. Il Cagliari col Bologna ha riassaporato la gioia di un gol decisivo oltre il tempo regolamentare. Nella scorsa stagione arrivarono quattro punti in questo modo, decisivi per la salvezza. Prima il pareggio per 1-1 di Nainggolan sul campo della Samp il 7 marzo , quindi il 4-3 interno con il Parma con rete di Cerri su cross di Pereiro il 17 aprile. Infine l’1-1 in casa del Napoli con rete all’ultimo respiro di Nandez.

Joâo sempre presente. Il brasiliano è l’unico giocatore del Cagliari che sinora e sceso in campo in tutte le partite disputate in campionato: 21. Dietro il capitano e capocannoniere con nove reti ci sono, con 20 presenze il difensore Andrea Carboni e il centrocampista Razvan Marin.

Il piedone di Pavoletti. Il bomber di Livorno ha segnato al Bologna il suo quarto gol stagionale. Particolare curioso: sinora in questo campionato ha sempre segnato di piede, proprio lui che è considerato uno dei migliori specialisti in Italia nel colpo di testa.

(enrico gaviano)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes