La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari

Solo un pari per un grande Cagliari che mette alla frusta il Napoli: 1-1

Enrico Gaviano
La gioia dei rossoblù dopo la rete dell'1-0 di Gaston Pereiro
La gioia dei rossoblù dopo la rete dell'1-0 di Gaston Pereiro

Ottima prova e super gol di Gaston Pereiro, gli azzurri rimontano a tre minuti dalla fine con Osimhen

21 febbraio 2022
3 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Una grande partita non basta al Cagliari per battere il Napoli. Finisce 1-1 ma davvero i rossoblù nel girone di ritorno hanno cambiato passo. Prestazione splendida, condita da tanto occasioni da gol, sino alla perla di Gaston Pereiro. Ma quella rete non è bastata, perhé il Napoli alla fine ha raddrizzato la gara con Osimhen. Peccato, ma davvero il nuovo Cagliari di Mazzarri è pronto a vender cara la pelle per conquistare la salvezza.

La prima occasione è per il Cagliari: al 15’ cross dalla destra e Altare anticipa l’uscita di Ospina di testa, la sfera resta lì e il difensore rossoblù calcia da terra spedendo la sfera sul fondo da pochi passi. Bis al 18’, con un errore di Koulibaly sulla rimessa dal fondo, il Cagliari intercetta e la palla arriva a Joao Pedro che calcia di sinistro ma sfiora il palo.

Al  30’ ancora una bella palla per Joao Pedro: cross in verticale di Baselli ma il colpo di testa del brasiliano è troppo debole e il pallone è facile preda di Ospina. La prima conclusione del Napoli arriva al 34: tiraccio dalla distanza di Mario Rui, e Cragno smanaccia in angolo. Al 38’ è Mertens che spara dalla piazzola giusta al limite dell’area, ma la testa di un rossoblù corregge la traiettoria togliendo una grossa opportunità agli ospiti.

La ripresa si apre ancora all’insegna del Cagliari: all’8’ triangolazione Pereiro-Dalbert-Deiola con il sardo che si trova a tirare quasi un rigore in movimento ma spedisce fuori. Al 13’ arriva la magia: Pereiro servito all’angolo destro dell’area si inventa un tiro mancino incredibile: traiettoria beffarda che rimbalza davanti a Ospina e finisce in rete: 1-0!

Al 16’ arriva la possibilità del raddoppio: gran cross dalla destra di Bellanova, testa di Deiola con palla respinta da Ospina sui piedi di Baselli che però  fallisce la mira mandando il pallone sopra la traversa.

Al 21’ della ripresa Spallettii prova il tutto per tutto, con Fabian Ruzi entrano anche Ounas e Osimhen, dando decisamente più peso all’attacco napoletano. Il Napoli preme ma il Cagliari ribatte e al 32’ c’è Marin, subentrato a Grassi, che serve Joao il cui tiro però è impreciso. Meglio fa al 41’ Marin che parte con una azione personale tira di sinistro dal limite e la sua conclusione è disinnescata da Ospina.

Ma sul cambiamento di fronte il Cagliari viene beffato: cross di Mario Rui e Osimhen di testa insacca l’1-1 a 3’ dalla fine del tempo regolamentare.

Cagliari (3-5-2): Cragno, Goldaniga, Lovato, Altare; Bellanova, Deiola, Grassi (29' st Marin), Baselli (37' st Zappa), Dalbert (49' st Lykogiannis), Pereiro (37' st Pavoletti), Joao Pedro. (1 Aresti, 31 Radunovic, 23 Ceppitelli, 44 Carboni, 33 Obert, 19 Gagliano, 9 Keita). All.: Mazzarri.

Napoli (3-4-2-1): Ospina, Rrahamani, Koulibaly, Juan Jesus (22' st Fabian Ruiz) ; Di Lorenzo (27' st Malcuit 38' st Zanoli) Demme (22' st Ounas), Zielinski, Mario Rui; Elmas, Mertens; Petagna (22' st Osimhen). (1 Meret, 12 Marfella, 31 Ghoulam) All.: Spalletti.

Arbitro: Sozza di Seregno

Reti: nel st 13' Pereiro, 42' Osimhen.

In Primo Piano
L’approfondimento

La trincea dei sindaci contro lo spopolamento, Nughedu San Nicolò lotta per non scomparire

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative