La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio serie B

Cagliari da battaglia: 2-2 sul campo minato di Frosinone

di Enrico Gaviano

	Il giovane Kourfalidis ha esordito da titolare in questo campionato
Il giovane Kourfalidis ha esordito da titolare in questo campionato

Pari al 95’ con il rigore di Lapadula poi segna al 98’ Pavoletti ma l’arbitro annulla per un fuorigioco del peruviano

27 novembre 2022
3 MINUTI DI LETTURA





Frosinone. Cagliari da battaglia e pareggio per 2-2 sul campo della capolista Frosinone che allo “Stirpe” aveva sempre vinto e mai subito un gol in questo campionato.

Una partita emozionante: gol di Luvumbo, poi i ciociari ribaltano il punteggio e, quando tutto sembrava perduto, un pareggio su rigore al 95’ che Lapadula si è procurato e poi ha trasformato.

Ma non era finita: contropiede rossoblù e òamcoiop per Lapadula, cross al centro e gol di Pavoletti.al 98’. La panchina rossoblù impazzisce, tutti ad abbracciarsi, ma Lapadula era in fuorigioco. Così la rete viene annullata giustamente dall’arbitro Fabbri.

Un Cagliari comunque che ha mandato segnali positivi sul campo di una squadra che sembrava un treno inarrestabile. A cominciare dallo schema di gioco scelto da Liverani: un 4-4-2 con l’inserimento del giovane greco Kourfalidis che è sembrato più adatto alle caratteristiche della squadra rossoblù.

La cronaca. Al 4’ lampo di Luvumbo che gira di destro in area impegnando Turati a una deviazione in angolo. Al 13’ lavoro per Radunovic che intercetta il tiro dalla distanza di Mulattieri. Al 14’ Cagliari in vantaggio: lancio dalla meta campo di Carboni per Luvumbo che brucia tutti i difensori ciociari sullo scatto, in particolare il portiere Turati che viene scartato dall’angolano che poi insacca a porta vuota.

Il pareggio del Frosinone al 32’ con un cross di Garritano che trova Rodhien solitario, anche per la mancata copertura di Carboni in area, e lo svedese insacca di testa. Accusa il colpo il Cagliari che rischia il ko al 38’: Mulattieri per Moro che tutto solo in area calcia sopra la traversa.

La ripresa si apre con un Cagliari che si abbassa troppo lasciando troppo l’iniziativa al Frosinone che tiene l’iniziativa e si affaccia pericolosamente davanti alla porta di Radunovic in diverse occasioni. Ma è il Cagliari al 58’ ad andare vicino al nuovo vantaggio con Luvumbo che tira in porta: Turati si salva grazie a una deviazione di un compagno.

Tocca al Frosinone replicare al 65’ con Boloca che servito nel cuore dell’area non riesce a concludere con precisione. Al 67’ il Frosinone va avanti con una magìa di Roberto Insigne, sinistro a giro e palla che si insacca all’incrocio dei pali per il 2-1 dei ciociari. Al 67’ Liverani toglie Rog e inserisce Mancosu alle spalle delle punte e cambia lo schieramento dal 4-4-2 iniziale al 4-3-1-2. Quindi a 8’ dalla fine ecco Pavoletti e Deiola. All’86 Kourfalidis tira due volte e la seconda volta costringe Turati a una miracolosa deviazione in angolo.

All’ultimo dei 5 minuti di recupero c’è un fallo netto in area di Mazzitelli su Lapadula e l’arbitro non esita ad assegnare il rigore che l’italo-peruviano trasforma. Poi il gol di Pavoletti annullato. Sarebbe stato troppo bello...

Frosinone (4-4-2): Turati; Sampirisi, Lucioni, Ravanelli, Cotali (61’ Insigne); Rohden (77’ Lulic), Mazzitelli, Boloca, Garritano (77’ Bocic); Moro (61’ Frabotta), Mulattieri (88’ Borrelli). A disposizione: Loria, Torque, Ciervo, Kalaj, Szyminski, Monterisi, Oliveri. All. Grosso.

Cagliari (4-4-2): Radunovic; Di Pardo (82’ Pavoletti), Capradossi, Obert, Carboni (55’ Barreca); Nandez, Viola (55’ Makoumbou), Kourfalidis (82’ Deiola), Rog (73’ Mancosu); Luvumbo, Lapadula. A disp: Aresti, Dossena, Altare, Millico, Pereiro, Lella, Zappa. All. Liverani.

Arbitro: Fabbri di Ravenna.

Reti: 14’ Luvumbo, 32’ Rodhen, 67’ Insigne, 97’ Lapadula (rigore).

Note: calci d’angolo 6-4 per il Cagliari.

In Primo Piano
Caos trasporti

Crash informatico: ecco che cosa sta succedendo negli aeroporti della Sardegna

di Salvatore Santoni

Video

L'avvocato Gianfranco Piscitelli: «Ecco come è stato occultato il cadavere di Francesca Deidda»

Le nostre iniziative