La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio

Cagliari oggi contro la Spal per il poker

di Enrico Gaviano
Cagliari oggi contro la Spal per il poker

I rossoblù (Unipol Domus, ore 20.30) cercano la quarta vittoria interna di fila

27 gennaio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Il Cagliari vuole proseguire la piacevole abitudine delle vittorie all’Unipol Domus. Dopo Perugia, Cosenza e Como ecco la Spal per un poker di successi che avrebbe subito dei risultati benefici per la classifica rossoblù. Del resto vincere è il verbo che Ranieri usa a ogni piè sospinto, perché prendere i tre punti regala fiducia, consapevolezza nelle proprie forze e aiuta anche a giocar meglio.

Qualità del gioco La prima missione di Ranieri è proprio quella di far crescere la squadra sotto il profilo della manovra. Qualcosa che serva anche a far fare al Cagliari il salto di qualità per risalire la graduatoria in tempi rapidi. Chiaro che il mister romano, dotato di autorevolezza e grinta da vendere, ma non avendo la bacchetta magica non poteva certo cambiare da un giorno all’altro la squadra spesso claudicante del girone d’andata. Ma qualcosa insomma si è potuto già vedere per lunghi tratti contro il Como e nel primo tempo di Cittadella. Ovviamente serve di più.

Modulo Arriva la Spal e Ranieri non cambia la sua filosofia, niente anticipazioni sulla formazione. Possibile però che si prosegua sulla strada tracciata nelle prime due partite sotto il tecnico di Testaccio. Il modulo, dunque, dovrebbe essere ancora il 3-5-2, che si adatta ai giocatori a disposizione in questo momento. Dunque Radunovic in porta dietro i tre difensori Altare, Dossena e Capradossi. A centrocampo probabile novità con l’inserimento dal primo minuto di Rog e spostamento sull’esterno destro di Nandez nel ruolo che l’uruguaiano predilige, per il resto i soliti Makoumbou, Kourfalidis e Azzi. Davanti con l’inamovibile Lapadula, capocannoniere della squadra con sette reti, ci potrebbe essere la novità Luvumbo, perché in una gara d’attacco potrebbe essere più utile avere subito in campo l’angolano, capace di saltare l’uomo e creare situazioni pericolose sotto porta. Restano però in piedi le opzioni di Zappa come esterno destro a centrocampo e di Falco al fianco di Lapadula in attacco.

In panchina si rivede quel Mancosu che per uno spicchio di campionato aveva aiutato il Cagliari a restare nei quartieri medio-alti della classifica, prima che un infortunio lo costringesse a stare fuori.

La Spal Dall’arrivo del campione del mondo De Rossi i ferraresi sembrano trasformati. Per l’ex bandiera della Roma, Ranieri prevede un grande futuro in panchina, ma intanto spera di potergli tirare un bello scherzetto battendolo all’Unipol Domus. Lo stesso Ranieri ha avvisato i suoi giocatori: guai fidarsi della Spal che nelle ultime due partite esterne ha vinto per 1-0 e dunque è cliente che non perdona gli errori avversari. Squadra da prendere con le molle. De Rossi ritrova anche l’attaccante La Mantia per completare uno schieramento di tutto rispetto, che naviga al momento a 24 punti, cinque lunghezze più sotto dei rossoblù.

L’andata Alla terza giornata di campionato il Cagliari conobbe a Ferrara la sua prima sconfitta stagionale dopo il balbettante pareggio di Como e la vittoria in rimonta contro il Cittadella. Gli estensi si imposero per 1-0. Decisivi un gol di La Mantia nel primo tempo e il rigore che Lapadula si fece parare da Alfonso nella ripresa.

In Primo Piano
Il caso

Siccità, sale la tensione nell'isola: ora si spara

di Sergio Secci
Le nostre iniziative