La Nuova Sardegna

Sport

Motori

Il Mondiale Rally del ventennale tra passato e futuro

di Marco Giordo
Il Mondiale Rally del ventennale tra passato e futuro

Svelato il percorso, quartier generale a Olbia. Tre tappe, 19 prove speciali, 334,6 chilometri

01 febbraio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Da Tantariles ad Aglientu: il Rally Italia Sardegna festeggia nel 2023 dal primo al 4 giugno il suo 20° compleanno con un ritorno al passato e insieme tantissime interessanti novità. Il nuovo logo, il ritorno a Olbia dove la gara – dopo dieci stagioni – è stata nuovamente interamente concentrata proprio dove nel 2004 era iniziata l’avventura del Rally Italia Sardegna.

Ancora, spiccano la conferma della speciale d’apertura ad Olbia-Cabu Abbas, il ritorno dopo 20 anni a Tantariles della prova lunga di Monte Lerno (49 km) e della vecchia speciale di Tempio insieme alla power stage già vissuta due anni fa ad Aglientu.

Sono queste le principali novità dell’edizione del ventennale della manifestazione. Il Rally Italia Sardegna, organizzato dall'Automobil Club d'Italia in partnership con la Regione Sardegna, è la sesta manche del campionato del mondo rally ed è in programma dal 1° al 4 giugno.

Avrà un percorso composto da 19 prove speciali, suddivise in tre tappe per complessivi 334,65 km cronometrati tutti su sterrato. Confermando il principio di alternanza con Alghero, la location ritorna quest’anno a Olbia, con il parco assistenza allestito come due anni fa al Molo Brin.

Si parte il 1° giugno alle ore 9.01 con lo shakedown di Loiri Porto San Paolo mentre nel tardo pomeriggio ci sarà come l'anno scorso il crono d'apertura a Cabu Abbas.

La gara riprenderà venerdì 2 con la prosecuzione della prima tappa composta da 6 speciali e 148,74 km cronometrati, con le prove ripetute due volte di Tantariles, Monte Lerno in versione lunga ben 49,79 km e Terranova.

Sabato 3 giugno la seconda tappa sarà ricavata sugli sterrati del Monte Acuto e della Gallura, con 8 prove speciali (quattro ripetute due volte) e 136,60 km cronometrati. Si inizia con i classici crono di Coiluna-Loelle e Su Filigosu, per poi proseguire in Gallura con quelli di Tula e Tempio identico a quello disputato nell’edizione 2005. Infine domenica 4 giugno sono 46,08 i km cronometrati ricavati tutti nel nord della Gallura con quattro speciali, cioé due passaggi a Braniatogghiu (15,25 km) e nella power stage di Aglientu (7,79 km).

Da sottolineare inoltre che quest’anno verrà riproposta l’interessante iniziativa di Ris Experience, con apposite aree privilegiate a pagamento previste per quegli spettatori che vorranno usufruirne, un’iniziativa già adottata con successo nelle scorse edizioni. Infine, grazie al rinnovo dell’interessante accordo con la Grimaldi Lines, ci saranno ancora speciali agevolazioni particolarmente convenienti sulle destinazioni di Olbia e Porto Torres sia per i concorrenti che per tutti gli appassionati che vorranno recarsi via nave in Sardegna per prendere parte o assistere alla gara. Maggiori informazioni a riguardo sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione www.rallyitaliasardegna.com.

In Primo Piano
Il delitto

Donna uccisa dal figlio a Sinnai, l’auto di famiglia negata dietro la coltellata fatale

di Andrea Massidda

Viabilità

Lavori pubblici, entro l'anno resterà solo uno dei 10 cantieri sulla 131 tra Macomer e Porto Torres

Le nostre iniziative