La Nuova Sardegna

Sport

Canottaggio

Due giovanissimi canottieri sardi portano la medaglia di bronzo alla nazionale italiana

Due giovanissimi canottieri sardi portano la medaglia di bronzo alla nazionale italiana

Bel risultato per Alice Meloni e Federico Pintus della Società Canottieri Ichnusa di Cagliari allenati da Amedeo Mafucci alla manifestazione giovanile Coupe de la Jeunesse che si è tenuta in Toscana. Prossimo appuntamento i mondiali di categoria a Barletta

26 settembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Il canottaggio sardo festeggia la medaglia di bronzo internazionale di due giovanissimi atleti quasi diciottenni, Alice Meloni e Federico Pintus, e del loro allenatore Amedeo Mafucci. Un risultato storico per la Sardegna ottenuto dai due atleti portacolori della Società Canottieri Ichnusa di Cagliari, che, con la nazionale italiana, hanno partecipato al prestigioso evento del canottaggio internazionale giovanile Coupe de la Jeunesse; disputato quest'anno a Marina di Castagneto in Toscana.

L'equipaggio sardo è stato schierato nel doppio misto nella specialità del beach sprint sulla distanza dei 500 metri. Dopo il percorso delle eliminatorie, l'equipaggio sardo vince con una gara al cardiopalma contro i fortissimi inglesi. In semifinale è lotta contro gli spagnoli che vincono lo scontro contro gli italiani andando poi a vincere la finale. Ma è proprio nella finalina Italia-Ungheria che si disputa la gara più spettacolare di tutto l'evento. Gli azzurri Pintus e Meloni battono l’Ungheria per soli nove centesimi. Bronzo per i due sardi che portano l'Italia al secondo posto nel medagliere finale, dietro la Spagna e davanti alla Svizzera.

Il prossimo importantissimo appuntamento internazionale per i due atleti con la nazionale italiana sarà nei prossimi giorni a Barletta per i mondiali di categoria.

In Primo Piano
Viaggi da incubo

Napoli-Olbia cancellato, il racconto di un passeggero: «Abbandonati da easy Jet senza assistenza»

di Serena Lullia

Video

Salmo libera in mare l'aragosta proposta al ristorante: "Ci siamo guardati negli occhi, non ho potuto mangiarla"

Le nostre iniziative