La Nuova Sardegna

Sport

Surf

Assegnati a Capo Mannu i titoli italiani assoluti di surf

di Paolo Camedda

	Le foto sono di Nicolas Beaugonin
Le foto sono di Nicolas Beaugonin

Successo tecnico e di pubblico, fra i sardi sul podio Giulia Palla e Mattia Maiorca mentre Matteo Calatri e Renato Carta sono quarti

12 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





San Vero Milis I Fissw surf games, i Campionati italiani assoluti di surf disputati nel weekend a Capo Mannu, nella Marina di San Vero Milis, non hanno deluso le attese. Nonostante le condizioni meteo variabili, Un pubblico numeroso di appassionati e curiosi accorso ad ammirare dal vivo i più forti atleti italiani ha potuto assistere a un grande spettacolo.

Nello shorboard, la specialità inserita nel programma olimpico, hanno trionfato il pescarese Edoardo Papa fra gli uomini e Daniela Boldini, giovane surfista canaria con papà e passaporto italiani, fra le donne. Nel longboard, invece, il genovese Alessandro De Martini è il nuovo campione italiano assoluto, mentre la veterana Francesca Rubegni si è confermata fra le donne. I sardi devono accontentarsi di due podi: il riolese Mattia Maiorca è 3° nel longboard maschile, stesso piazzamento per Giulia Palla fra le donne.

I primi titoli assegnati sono stati quelli del longboard. Fra gli uomini De Martini ha prevalso su Filippo Marullo e Mattia Maiorca. Quarto posto per l'altro sardo Renato Carta. «Per me questa in Sardegna è stata un'esperienza bellissima - ha dichiarato il vincitore -, abbiamo avuto due giorni di onde davvero carine ed essere qua per me è sempre un onore. Ringrazio tutti i local per l'accoglienza. A 32 anni in acqua non si smette mai di imparare. I miei prossimi obiettivi sono continuare a divertirmi e a lavorare su me stesso, grazie alla mia fidanzata, e continuare a gareggiare e a tenere duro, perché l'età si fa sentire (ride, ndr)».

Nel longboard femminile, invece, è arrivato l'ennesimo trionfo della veterana Francesca Rubegni. «Tornare in Sardegna è sempre bello - ha detto -, è stato difficile nelle prime heat, però ce l'ho fatta e sono contenta. Inizialmente c'erano poche onde, ma poi sono arrivate e abbiamo dato spettacolo».

La gara dello shortboard (titolo che non veniva assegnato dal 2019) ha caratterizzato invece la giornata di sabato. Nel maschile Papa ha preceduto sul podio Ian Catanzariti e il campione italiano Junior Brando Giovannoni. Quarto il talento cagliaritano Matteo Calatri. «Le onde non erano facili, piccole, però è stata una grandissima gara e ci siamo divertiti - ha assicurato Papa -. Spero di essere qui anche il prossimo anno. Ora il mio grande obiettivo è il Mondiale a Porto Rico per la qualificazione olimpica». Fra le donne si è imposta, invece, a sorpresa, Daniela Boldini, che ha preceduto Victoria Backhouse e Carolina Guerra.

Ad arricchire il livello della manifestazione, la presenza di tre giudici internazionali, impegnati nelle competizioni della World Surf League: Mikel Zalakain, Manex Otegi e Javi Bizkarguenaga (priority judge). «È stata l’ennesima grande occasione per provare che il nostro territorio offre ampie opportunità di sviluppo per questo sport, e che il team locale è pronto ad ospitare grandi eventi di questo genere - ha dichiarato Sergio Cantagalli, direttore sportivo dell'evento -. Siamo riusciti a portare a termine l’ambizioso programma dei Fissw SurfGames, giusto allo scadere della lunga finestra temporale le tanto attese condizioni meteo propense per la chiamata ci hanno permesso di conferire questi ambiti titoli. Un alto standard tecnico e la spettacolarità delle manovre degli atleti impegnati in acqua hanno caratterizzato le batterie del contest, portando ancor più valore all’evento».

I Fissw surf games sono stati organizzati da Eolo beach Sport e Is Benas surf cub, con il supporto della Fissw, la Federazione italiana surfing, sci nautico e wakeboard e il patrocinio del Comune di San Vero Milis.

In Primo Piano
Incidente

Perde il controllo della moto e finisce contro un cartello stradale, muore il 39enne di Dorgali Giuseppe Gometz

Video

Dopo quattro giorni di vacanza in Costa Smeralda, Jannik Sinner riparte da Olbia: autografi su palline e racchette per pochi fortunati

Le nostre iniziative