La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio

Cagliari provaci col Milan. A San Siro in palio i quarti

di Enrico Gaviano
Cagliari provaci col Milan. A San Siro in palio i quarti

Oggi alle 21 (diretta su Canale 5 ) la sfida con il Diavolo

02 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Il Cagliari di scena stasera a San San Siro contro il Milan per gli ottavi di finale di Coppa Italia (calcio d’inizio alle ore 21, diretta tv su Canale 5), ma con il pensiero già rivolto al sabato della Befana, e alla sfida bollente di campionato sul campo del Lecce. Il pareggio interno contro l’Empoli del 30 dicembre ha rallentato ulteriormente la corsa dei rossoblù verso la zona salvezza, e lasciato qualche strascico negativo: l’umore del gruppo è da rimettere in sesto dopo la serie negativa che ha portato un solo punto nelle ultime tre gare di campionato.

La partita di Milano, che inaugura il 2024, di certo sembra essere giusto un fastidioso impegno per una squadra che ha ben altri pensieri per la testa. Ma di certo non è pensabile che si scenderà in campo giusto per onor di firma. Intanto perché nessuno vorrá sfigurare davanti a uno stadio che registrerà il tutto esaurito, e poi perché comunque superare il turno, come giá hanno fatto altre provinciali contro big del torneo in questa edizione della Coppa Italia, regalerebbe comunque una bella iniezione fiducia. Per l’occasione mister Claudio Ranieri ha convocato 22 giocatori. Sono rimasti in sede oltre all’uruguaiano Nahitan Nandez, Tommaso Augello e Jacopo Desogus, che proseguono il lavoro lavoro di recupero differenziato, e anche Alberto Dossena, Matteo Prati e Leonardo Pavoletti. Va segnalata invece la prima convocazione stagionale per il difensore Elio Capradossi, che finalmente sembra essere nuovamente pronto a dare il suo contributo alla causa cagliaritana dopo una lunghissima assenza. Ranieri ha chiarito subito che contro il Milan ci sarà molto spazio per coloro che sinora hanno giocato poco. «In un momento del genere non possiamo permetterci infortuni». Ma lo stesso tecnico del Cagliari ha anche detto che la squadra cercherà il colpo a sorpresa. «Ci proviamo, superare il turno sarebbe davvero una cosa molto bella». Detto questo, è probabile che oggi , almeno inizialmente, ci sia uno schieramento rivoluzionato rispetto alle ultime uscite. Di sicuro però verrá utilizzato Zito Luvumbo, che subito dopo l’impegno del Meazza partirà per la coppa d’Africa. Certo l’impiego in porta di Boris Radunovic, che recupera la maglia da titolare persa a favore di Simone Scuffet dopo un avvio di campionato in cui ha commesso diversi gravi errori. Presumibile comunque un 4-3-1-2 con Di Pardo e Azzi esterni e Hatzidiakos e Wieteska centrali davanti al portiere serbo, Deiola, Sulemana e Jankto a centrocampo, quindi Mancosu dietro le punte Petagna e Luvumbo.

Una squadra che potrebbe giocarsi comunque le sue carte per superare il turno. Possibile l’impiego anche di Pereiro, sinora impiegato praticamente solo in Coppa, e Obert, difensore che ha trovato pochissimo spazio fra i titolari.

Per quanto riguarda i precedenti, intanto uno scontro fra le due squadre mancava addirittura da tre decenni. Il bilancio dei sette incontri è di cinque vittorie milaniste, un pareggio e una sola affermazione del Cagliari, che risale alla stagione 1972/73. In quella occasione i rossoblù si imposero a San Siro per 1-0 con una rete del solito Gigi Riva. Fu quella anche l’unica volta in cui il Cagliari riuscì a eliminare i rossoneri dalla Coppa Italia.

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative