La Nuova Sardegna

Sport

Motori

Sebastien Ogier sogna un’altra vittoria: «Mi prenderò il Rally Sardegna»

di Marco Giordo
Sebastien Ogier sogna un’altra vittoria: «Mi prenderò il Rally Sardegna»

La tappa italiana del Mondiale parte giovedì 30 maggio da Alghero con la parata delle auto. Il leader mondiale Neuville: «Cercherò di dare il massimo, ma non sarà facile»

27 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Questa è una settimana di grandi annunci nel mondo dei rally. Proprio ieri la Lancia ha ufficializzato il suo ritorno nella specialità con la Ypsilon Rally 4, una notizia di cui avevamo già parlato sulla Nuova nel gennaio scorso. Sabato poi ci sarà al parco assistenza di Alghero la presentazione del Rally Saudi Arabia che l’anno prossimo entrerà a far parte del calendario mondiale.

Ad Alghero è quasi tutto pronto in vista del via ufficiale del Rally Italia Sardegna che verrà dato giovedì 30 maggio con la foto ufficiale dei piloti, le conferenze stampa del Meet the Crew al podio e poi con la parata delle auto dei partecipanti in città.

La notizia però più importante della vigilia è che tutti i top drivers sono arrivati ad Alghero, in primis Sébastien Ogier recente vincitore sulla Toyota delle ultime due gare in Croazia e Portogallo. «Abbiamo fatto degli ottimi test in Sardegna un mese fa e partiamo in gara in una buona posizione, siamo quinti al via –ha detto il pilota francese–. In Portogallo abbiamo visto che nelle zone più sabbiose simili alla Sardegna la Yaris andava bene. Per questo sono fiducioso anche se la gara sarà dura, e soprattutto bisognerà saper gestire al meglio le gomme. Spero di fare un’altra cavalcata vincente sugli sterrati sardi».

Il leader del mondiale, pilota il belga della Hyundai Thierry Neuville gli fa eco. «Il Rally Italia Sardegna è una prova molto tecnica – ha detto il driver della casa coreana –, per questo dovremo disputare un weekend senza errori. Dovremo poi preparare delle note molto precise ed avere un setup perfetto della nostra vettura. Cercheremo di andare sempre al massimo, anche se non sarà facile perché noi della Hyundai stavolta non abbiamo fatto dei test pregara ed inoltre lo shakedown non è rappresentativo della gara. Partirò poi per primo venerdì e questo di sicuro è uno svantaggio».

Ed ecco Elfyn Evans, il primo inseguitore di Neuville in classifica piloti. «In Portogallo non ci è andata bene –ha detto il pilota gallese della Toyota– adesso vedremo di riscattarci subito in Sardegna. Sono fiducioso di poter far bene, daremo il massimo nel preparare al meglio la gara e la macchina in vista di questa corsa che si preannuncia sempre durissima».

Già due volte vincitore ad Alghero, lo spagnolo Dani Sordo punta a calare il suo tris. «Dopo il Portogallo –ha dichiarato il driver di Santander – mi sento pronto per dare il massimo in Sardegna. Sono consapevole di avere un’ottima posizione al via visto che venerdì parto ottavo, e devo cercare di ottimizzare questa opportunità – ha continuato–. L’obbiettivo è quello di finire sul podio, francamente però non mi dispiacerebbe battermi per la vittoria».

Ad Alghero Ott Tanak aveva vinto sulla Hyundai due anni fa. «Di sicuro farà caldo e non sarà facile anche la gestione delle gomme –ha sottolineato il driver estone». È’ una gara che mi è sempre piaciuta, l’obbiettivo è di fare il meglio possibile e francamente sarebbe davvero bello vincere di nuovo in Sardegna».

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative