«La famiglia allargata è la mia vera forza»

Toscana e 21enne: Rachele, la nuova Miss Italia, si racconta

JESOLO. «Figlia unica di quattro genitori», Rachele Risaliti è Miss Italia 2016. Nata a Prato il 1° febbraio 1995, la bella studentessa 21enne con la passione per la moda e l’hobby della pittura e della fotografia, ha conquistato la commissione tecnica, la giuria di spettacolo presieduta da Raoul Bova e il pubblico da casa, battendo nella volata finale a due la seconda classificata, Paola Torrente, bellezza “curvy” campana, con il 58,51% dei voti contro il 41,49%.

Alta 1,77, capelli biondo-cenere, occhi verdi, Rachele ha colpito tutti per la sua sensibilità e la sua fragilità (anche nella sua prima conferenza stampa non è riuscita a trattenere le lacrime), facendo breccia anche nel cuore delle altre finaliste del concorso che nel backstage facevano il tifo per lei. Rachele ha un solo tatuaggio con le iniziali dei suoi genitori biologici, Monica e Stefano, fisioterapista lei e commerciante lui, e della «mamma e del babbo acquisiti».

Nella scheda di partecipazione al concorso, raccontandosi, Rachele scriveva: «I miei genitori si sono separati quando avevo 3 anni. Non ho ricordi di loro insieme e questo mi ha fatto soffrire». Ma oggi parla della sua «famiglia allargata e moderna» come di un punto anche di forza. Si definisce «cattolica ma non praticante» e avrebbe voluto un fratello o una sorella che non sono mai arrivati. Si è dovuta accontentare della compagnia di Bloom, il suo labrador. Federico, coetaneo, è da un anno il fidanzato di Rachele. Studia Economia a Londra e si conoscono da quando avevano dieci anni.

L’altro iIeri è arrivato a Jesolo per seguire dal vivo lo show, trasmesso in diretta tv su La7, e per sostenere la sua miss. Lo stesso hanno fatto tre amiche di Rachele, arrivate a sorpresa nella città veneta. In controtendenza con molte Miss Italia del passato juventine, tifa per la Fiorentina e ogni tanto va allo stadio a seguire la sua squadra. Cerca di schivare le domande su Matteo Renzi precisando: «Non è stato il mio sindaco perché in quel periodo vivevo a Prato e non a Firenze». All’indomani della sua incoronazione, Rachele racconta di non aver ancora capito chi l’ha iscritta a Miss Italia: «Mi è arrivata una convocazione e al primo casting non mi sono presentata. Poi mi sono detta: “perché no?”». «La mia vita privata e lo sport hanno segnato la mia personalità», racconta.

Le si illuminano gli occhi quando parla di danza e soprattutto di ginnastica ritmica, esercitata anche a livello agonistico per undici anni e poi abbandonata per un problema ad un ginocchio. Iscritta al Polimoda di Firenze, dove studia fashion marketing management, Miss Italia 2016 è determinata a terminare gli studi per poi iscriversi ad un master all’estero e diventare trend forecaster, ovvero specialista dell’innovazione. «Il mio mito – dice – è Coco Chanel, una delle figure femminili più influenti del secolo».

Arrivata alle prefinali nazionali con il titolo di Miss Toscana, Rachele riporta il titolo nella sua regione per la quinta volta nella storia del concorso. L’ultimo precedente risale al 1996 quando la corona andò alla dominicana Denny Mendez. Prima ancora, nel 1980 fu Cinzia Lenzi a vincere il titolo. Scorrendo gli annali, ritroviamo Margareta Veroni nel 1973 e la ventenne di Empoli Rossana Martini, prima Miss Italia della storia, che vinse il titolo settant’anni fa a Stresa.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes