La sassarese Silvia Senes vince la finale regionale di Miss Rocchetta

Silvia Senes

Nella corsa a Miss Italia, la 21enne sassarese ha battuto di un soffio Marina Angius. Prossima selezione a Norbello

ARZACHENA. Silvia Senes, 19 anni di Sassari, diplomata allo Scientifico, segno zodiacale Cancro, ha staccato il biglietto per la finale regionale di Miss Sardegna nella splendida cornice della piazza IV novembre a Trinità d’Agultu, dove si è svolta la prima finale regionale del titolo Miss Italia Bellezza Rocchetta, titolo valido per l’accesso diretto alla prefinale nazionale con partenza il 24 agosto.

Silvia parteciperà anche alla finale regionale in programma il 23 agosto in piazza d’Italia a Sassari per contendersi anche il titolo di Miss Italia Sardegna. Un folto pubblico ha apprezzato le 18 bellezze sarde provenienti dalle varie località della Sardegna e già titolate per poter accedere a questa prima finale. Tutte bellissime e spigliate, tanto che la giuria ha avuto non poche difficoltà ad eleggere la vincitrice, che infatti ha prevalso per un solo punto sulla seconda classificata, Marina Angius di Serdiana. La serata è stata animata dalle sfilate di moda in abito elegante, in costume da bagno e col body ufficiale del concorso; le miss hanno così potuto mettere in mostra non soltanto la bellezza, ma il portamento e la classe. Ospite della serata la bella e brava cantante Stefania Giua; con i suoi brani ha fatto cantare tutto il pubblico presente. Stefania Giua ha anche duettato col cantante locale Battista Sanna. La serata è proseguita col DJSET condotto dal dj di Radiolina Simon Luca. L’evento è stato presentato da Angelica Lai. I prossimi appuntamenti in programma sono sabato 15 selezione provinciale Miss Italia a Norbello in Piazza del Popolo e domenica 16 la finale regionale Miss Italia Alpitour.

Quest’anno Miss Italia renderà omaggio, nelle finali nazionali, a una delle icone del concorso di bellezza, Gina Lollobrigida. L’attrice, che ha compiuto 90 anni il 4 luglio scorso, appartiene di diritto al pantheon dei simboli del cinema italiano. Celebrata nel mondo intero, celebre quasi a prescindere dalla sua carriera sullo schermo, talento istintivo e lucido, ha incarnato la prorompente bellezza mediterranea in una lotta a distanza con Sophia Loren che ha visto le due donne formare una strana coppia, rivale eppure indivisibile: riedizione al femminile del Coppi&Bartali con il cinema italiano al posto delle strade del Giro e del Tour.

La biografia di Luigia Lollobrigida, nativa di Subiaco dove il padre, agiato costruttore di mobili perse la fortuna di famiglia in seguito a un bombardamento alleato sul finire della guerra, è quasi senza segreti. Del suo carattere volitivo, dell'infanzia prima ricca e poi carica di privazioni (la famiglia si trasferisce a Roma nel '44, in una città ancora occupata dai nazisti), delle caricature vendute per mantenersi agli studi all'Accademia di Belle Arti, è sempre andata fiera. Così come delle svolte sorprendenti del destino che prima la portano per caso sul palcoscenico del concorso di bellezza.

Un nome indelebile nel firmamento dello spettacolo e che la corsa al titolo di Miss Italia, che passa anche per le tappe di Miss Sardegna, cercherà di celebrare nel migliore dei modi in questa edizione del 2017.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes