Pietro Clemente: «I veri intellettuali li ho ritrovati qui»

«Mi sono convinto che non esistono più gli intellettuali. Ma la mia partecipazione alla giuria del Premio Deledda, sezione saggistica – dice Pietro Clemente (nella foto), nuorese, professore di...

«Mi sono convinto che non esistono più gli intellettuali. Ma la mia partecipazione alla giuria del Premio Deledda, sezione saggistica – dice Pietro Clemente (nella foto), nuorese, professore di Antropologia culturale – mi ha fatto mettere in dubbio questa convinzione. Messi insieme gli autori presenti con i loro libri (giuristi, antropologi, politologi, storici, giornalisti, scrittori), sembrano rappresentare l’intellettualità nel senso più vero e classico: sono anche militanti, capaci di suggerire scelte di civiltà, idee di futuro. Una forza. Allora forse il problema non sono gli intellettuali, forse è che non sono ascoltati. Magari mettere una volta o l’altra nella giuria del Premio Deledda i segretari dei partiti e i direttori della programmazione televisiva potrebbe servire a cambiare la situazione e la qualità della cultura». (l.p.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes