San Pantaleo, chef tristellati al Petra Segreta

Chicco e Bobo Cerea. Il loro ristorante Da Vittorio vanta le tre stelle Michelin

Nel resort ritorna l'appuntamento con i maghi della cucina: il 20 luglio i fratelli Cerea e il 4 agosto Enrico Bartolini

Al Petra Segreta Resort, sulle colline di San Pantaleo, gli chef tristellati sono di casa. La tradizione, nel bellissimo resort unico in Sardegna con il marchio della catena di lusso Relais & Chateaux, è stata consolidata in tanti anni oltre che dalla presenza fissa nella cucina del ristorante gourmet Il Fuoco sacro dell’executive chef Luigi Bergeretto, padrone di casa, dal Sustainable Gourmet Festival, in cui si sono avvicendati tanti i maghi italiani dei fornelli.

Quest’anno l’appuntamento è ridotto a due serate, comunque imperdibili visto il livello comunque altissimo degli chef “schierati” dal Petra Segreta. Si parte domani sera 20 luglio con i Fratelli Chicco e Bobo Cerea (foto a destra), mentre il 4 agosto sarà la volta di Enrico Bartolini. Dunque si parla di chef stellati fra più apprezzati d’Italia. I fratelli Cerea sono noti in Italia e nel mondo, una vera e propria icona della cucina tricolore, per essere alla guida del ristorante Da Vittorio a Brusaporto in provincia di Bergamo, uno degli 11 ristoranti tre stelle Michelin d’Italia.

Chicco e Bobo Cerea affiancano il padrone di casa creando un menu in cui si punta tutto sulle eccellenze gastronomiche della Sardegna e sulla creatività dei tre. Per gli ospiti della serata il programma si annuncia interessantissimo. Fra i piatti proposti la patata affumicata, la trippa di baccalà, quindi il risotto con capasanta al pepe rosa e aria al lemongrass e ancora il tegame tiepido di pesce con brodetto di seppie e gamberi. In questa cena ad accompagnare i piatti saranno i vini della cantina Surrau di Arzachena, tra le più rappresentative del nord Sardegna.

Mercoledì 4 agosto invece ecco Enrico Bartolini, lo chef più stellato d’Italia, a firmare il menu della serata. Enrico Bartolini intanto è l’unico cuoco nella Guida Michelin ad aver conquistato quattro stelle in un sol colpo nel 2016. È riuscito poi nel 2019 a ottenere dalla prestigiosa guida la terza stella per il ristorante con il suo nome nel Museo delle Culture di Milano, tanto che Milano ha nuovamente un locale con il massimo delle stelle. Nella serata in cui sarà protagonista proporrà alcuni dei piatti simbolo del suo menu: ravioli alla piastra con vongole e zenzero e gambero viola, nespole, sambuco e caviale. In questo caso, i vini in abbinamento saranno quelli della cantina Pala, storica azienda di Serdiana.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes