Quella tragedia improvvisa

«Anche l'altro ieri, alle 16, puntuale come sempre, Mario De Murtas si è presentato al lavoro – scrive Fiorentino Pironti il 17 maggio 2002 –. Aveva una faccia sofferente, respirava a fatica. Con un...

«Anche l'altro ieri, alle 16, puntuale come sempre, Mario De Murtas si è presentato al lavoro – scrive Fiorentino Pironti il 17 maggio 2002 –. Aveva una faccia sofferente, respirava a fatica. Con un tono più da fratello maggiore che da vicedirettore, gli ho intimato di andare di corsa da un medico. A casa ha atteso l'arrivo del fratello, si è fatto accompagnare al pronto soccorso. Pare che nei reparti ospedalieri di Sassari non ci fosse un letto disponibile, così Mario è stato trasferito all'ospedale di Ittiri. La moglie ha chiesto se ci fosse un medico di turno, l'infermiere l'ha tranquillizzata: domattina alle 9.30 passerà il primario. Mario è morto alle 9».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes