Cagliari come Hollywood

Keitel, Graham, Olsen, Hudgens e Ricci tra le tante star del Filming Italy al Forte Village

Harvey Keitel ringrazia gli italiani perché con i loro canti dai balconi hanno dato la giusta carica al popolo di New York nell’affrontare la pandemia. Elizabeth Olsen ricorda le sue origini italiane, Heather Graham si complimenta per la forte presenza di donne nel cast del festival, Vanessa Hudgens dice di amare la Sardegna e il Mediterraneo. Sembra Hollywood ma è Cagliari, uno dei palazzi della Regione. Anche quest’anno il Filming Italy Sardegna Festival è riuscito a regalare all’isola un cast da Oscar. Per quattro giorni il capoluogo e il Forte Village di Santa Margherita di Pula sono teatro di una kermesse ricca di incontri, proiezioni e serate di gala. Un assaggio lo si è avuto ieri mattina, quando nella sala anfiteatro della Regione sono arrivati i divi per la conferenza stampa. Il primo a scendere dal van hollywoodiano è stato proprio Harvey Keitel, 84 anni, occhiali da sole e sandali. Il “cattivo tenente” del cinema mondiale è arrivato insieme a Tiziana Rocca, che quattro anni fa ha deciso di organizzare il festival in Sardegna. Ecco poi Elena Sofia Ricci, madrina della kermesse, impeccabile in tailleur pantalone bianco, una delle poche che riesce indistintamente a collezionare successi al cinema e in tv. Poi è il turno di Heather Graham, Elizabeth Olsen, Vanessa Hudgens. Ma è solo un antipasto, perché al festival ci sono anche - tra i tanti - Valeria Golino e Claudio Bisio, Rachel Brosnahan e Sarah Ferguson, Claudia Gerini e Paola Cortellesi.

La ripartenza

Il festival era andato in scena anche lo scorso anno, ma questa edizione vuole essere quella della rinascita dello spettacolo. Ed è stato di fatto questo l’appello di Elena Sofia Ricci. «Da oltre un anno i nostri ragazzi vivono chiusi davanti ai social, studiano in Dad e si vedono al bar – ha detto l’attrice toscana – I cinema sono stati chiusi come i teatri. Ora stanno riaprendo ma con una cautela che non viene applicata per gli altri luoghi pubblici. Parlo anche da mamma e penso sia un dovere ricordare quanto sia importante fruire dello spettacolo attraverso tutte le forme d’arte possibili. La nazione che ignora i propri artisti va in declino». Anche Harvey Keitel si è soffermato sull’era Covid, con un elogio particolare alla capacità degli italiani di affrontare l’emergenza. «Il vostro Paese è stato tra i primi a essere colpito dalla pandemia – ha affermato la star di “Pulp fiction”, “Le iene”, “Lezioni di piano” e una lunga lista di altri capolavori che oggi riceverà un premio alla carriera ai giardini pubblici di Cagliari –. Seguivo la situazione da New York e vedevo che c’erano 2mila morti al giorno. Grazie all’ardire di chi filmava quello che stava accadendo, a chi cantava dai balconi guardavo al cielo e chiedevo aiuto agli angeli. Ma gli angeli erano tra noi, erano i vostri medici e infermieri. Vedere voi italiani ha dato noi newyorchesi una carica speciale».

Woman power

Al festival targato Tiziana Rocca non poteva che essere maggioritaria la componente femminile. «Che bello vedere tante donne in questo festival», ha detto Heather Graham, star di “Boogie nights” e “Una notte da leoni”, al Filming presidente di giuria dei cortometraggi. Con lei al tavolo anche Elizabeth Olsen, star della Marvel («felicissima di essere qui, cinema e televisione sono un conforto in un momento così difficile»), e Vanessa Hudgens, volto storico della Disney («amo la Sardegna e il Mediterraneo»). E poi Elena Sofia Ricci e la vicepresidente della Regione, Alessandra Zedda, che ha voluto sottolineare l’importanza del festival per l’immagine della Sardegna. E a tal proposito Tiziana Rocca ha svelato: «Mi ha detto Harvey: dirò al mio amico Bob De Niro quanto è bella la Sardegna». E ora nell’isola tutti si augurano sia uno spoiler dell’edizione 2022 del Filming.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes