Sul palco Patitucci e Porter

All’insegna del sold out, l’atteso concerto di questa sera, uno dei più interessanti eventi jazz dell’estate nell’isola. John Patitucci, alla guida del suo trio, sarà sotto i riflettori dell’anfiteatr...

All’insegna del sold out, l’atteso concerto di questa sera, uno dei più interessanti eventi jazz dell’estate nell’isola. John Patitucci, alla guida del suo trio, sarà sotto i riflettori dell’anfiteatro del Parco Urbano di Capoterra, a una dozzina di chilometri da Cagliari. Il bassista newyorkese sarà supportato dal sassofonista Chris Potter e dal batterista Brian Blade. Inizialmente previsto per la scorsa estate, il concerto allestito da “Forma e poesia nel Jazz” in collaborazione con la Dream Walk Sound, era stato rimandato a data da definirsi. Questo sarebbe stato l’anno del ritorno sulle scene della formazione di Chick Corea, band della quale Patitucci e Potter fanno parte in pianta stabile. La scomparsa di qualche mese fa del celebre pianista della Florida, venuto a mancare all’età di 79 anni dopo che gli era stata diagnosticata una rara forma di tumore, ha riportato il trio in un tour europeo che approda oggi in Sardegna. Profondamente toccati dalla morte di Corea, nel concerto di stasera non mancheranno tributi a lui dedicati con una lunga lista di brani con cui hanno condiviso studi di registrazione e i più prestigiosi palchi di tutto il mondo. I diversi stili compositivi dei tre, partono da solide radici jazz per virare su generi affini, da gospel al blues fino alla musica classica, faranno della performance di oggi, un ricordo memorabile per i quattrocento fortunati che hanno fatto in tempo ad acquistare il biglietto. Un numero esiguo, considerata la capienza della location e ridotta per rispettare le disposizioni anticontagio da Covid e assicurare la salute di spettatori e personale in servizio. «Siamo stati estremamente fortunati ad aver trovato questo nuovo spazio e poter organizzare eventi di questo tipo» spiega Nicola Spiga, direttore artistico di “Forma e Poesia nel Jazz”, in riferimento all’annoso problema degli spazi per la musica dal vivo nel capoluogo isolano. «Nel Comune di Cagliari ancora non si dispone di un’area di dimensioni adeguate. Fortunatamente Capoterra ha messo a disposizione il nuovo anfiteatro altrimenti la Sardegna avrebbe perso l’opportunità di ospitare questo importante evento». Con l’appuntamento di oggi, FPJ inaugura il calendario estivo che culminerà con il festival in programma a Cagliari dal 23 al 26 settembre la cui sede è ancora da definire.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes