Cibo e cinema un matrimonio di successo

Andaras Traveling Film Festival ha concouso una terza edizione “ghiotta” grazie alla collaborazione con Slow Food Italia. Sei giorni di cinema e cibo, tra proiezioni e degustazioni consumate ogni...

Andaras Traveling Film Festival ha concouso una terza edizione “ghiotta” grazie alla collaborazione con Slow Food Italia. Sei giorni di cinema e cibo, tra proiezioni e degustazioni consumate ogni sera in una location diversa lungo la splendida Costa delle Miniere, tra i comuni di Fluminimaggiore e Buggerru. Particolarmente suggestive le proiezioni in riva al mare e memorabile la visione dei film al Tempio di Antas, il sito archeologico punico-romano dove il pubblico ha assistito agli eventi in religioso silenzio. Andaras Traveling, dedicato al cinema corto di viaggio, ha decretato i titoli vincitori tra oltre 50 opere provenienti da ogni parte del mondo. La giuria ufficiale ha decretato i vincitori delle seguenti categorie: tra i Super Shorts “Leo” di Moein Rooholamini, tra i Docu-Shorts “Nobody dies here” di Simon Panay, tra i Narrative Shorts “So what if the goats die” di Sofia Alaoui, tra i corti sperimentali “One hour ” di Mario Oliva Gomez, tra i cortometraggi di animazione “Song sparrow” di Farzaneh Omidvarnia, tra le Andaras Noas “The van” di Erenik Beqiri. I premi speciali Slow food sono andati a “Cru”di David Oesch e “Through the lens” di Costanza La Bruna. Premio Speciale Andaras 2021 a “Uno” di Javier Marco Rico e “Le syndrome d’Archibald” di Daniel Perez. Menzione speciale a “Simulation of mr. Yellow” di Mahan Khomamipour.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes