Scatti nel cuore della Barbagia

Il Museo Nivola di Orani, il Man e l'Isre di Nuoro e la caserma Betza di Gavoi ospitano il lavoro di fotografi che arrivano da tutto il mondo

Occhi veloci, sguardi riflessivi e reflex di ordinanza. Si muovono da venerdì tra Gavoi, Orani, Ottana e Nuoro con piglio giusto ma discreto. Catturano sguardi, paesaggi, frammenti di vita e storia. La fotografia è un’arte, una forma espressiva sempre più viva e in movimento e la Sardegna con le sue bellezze, ma anche con le sue contraddizioni è un universo ancora da esplorare e da raccontare.

Attraverso una narrazione per immagini che spesso non ha bisogno di didascalie, di parole, ma quell’immagine ha da sola una forza universale. Per questo The Photo solstice, l’evento che in punta dei piedi attraversa la Barbagia è partito con il modo giusto sicuramente in un’atmosfera stimolante e in comunità accoglienti. Insomma la condizione ideale perchè un lavoro fotografico in progress che da Gavoi prosegue nella direttrice della vicina Orani nello spazio del Museo Nivola per poi spostarsi ancora domani a Nuoro tra il Man e il Museo Etnografico riesca o almeno offra le basi ideali perché possa germogliare sotto una buona stella.

La stella ancora una volta è quella dell’offerta culturale di una proposta pensata per fare della Sardegna – e in questo caso delle sue zone interne – un luogo di indagine, studio e lavoro ancora molto interessante per l’obiettivo dei fotografi di tutto il mondo. D’altronde da subito questo è stato uno degli aspetti messi in evidenza da Marco Delogu, fotografo e curatore di The Photo Solstice. Il professionista e creativo ha parlato proprio della grande opportunità per l’isola di diventare per dodici mesi l’anno un laboratorio e un centro tra i più importanti della fotografia a livello mondiale. Gavoi per alcuni giorni ritrova quella centralità che aveva con il festival letterario L’Isola delle storie, un evento che la pandemia che ha costretto a rimandare.

Ovviamente The Photo solstice non ha quei numeri ma è in qualche modo una ripartenza. «Quando arriva gente con una proposta di qualità per noi c’è sempre grande soddisfazione, migliora il nostro sistema di relazioni. Sicuramente un’occasione per arricchire la nostra comunità ma anche gli ospiti, dal confronto crescono tutti», ha detto il sindaco di Gavoi Salvatore Lai. Questa densa e interessante 4 giorni è partita venerdì 17 e si conclude oggi.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes