Cantautori e classica, il Verdi riapre

Un cartellone composto da otto spettacoli. Si parte stasera con la compagnia Meridiano Flamenco

SASSARI. Il Teatro Verdi è pronto a riprendere a pieno regime la sua attività e ad accogliere il 100%del suo pubblico. Alla guida della macchina organizzativa della stagione 2021 la Cooperativa Teatro e/o musica porterà sul palco di via Politeama: otto spettacoli pensati per differenti target di pubblico.

Si parte questa sera alle 21 con una performance di musica e danza del gruppo Meridiano Flamenco. La compagnia di sei elementi, tra danzatrici e musicisti, si è formata a Siviglia, nel cuore dell’Andalusia, culla del flamenco.

La stagione proseguirà venerdì 29 ottobre con il primo appuntamento della rassegna “Cd novità in città” dedicata al mondo della discografia. «I concerti – dice il direttore artistico Stefano Mancini – si terranno nell'accogliente sala concerti del Teatro Verdi. Avendo già esaurito in prevendita i posti disponibili abbiamo previsto per ogni presentazione un doppio appuntamento alle 17,30 e alle 21». La prima delle quattro serate vede come protagonisti i cantautori Gabriele Masala e Kyache che durante il primo lockdown hanno dato vita all’album “Scordo e Accordo”. La rassegna prosegue venerdì 5 novembre con la musica jazz del duo Zeezon formato da Marcello Peghin (chitarra e elettronica) e Livio Solinas (sax e elettronica). Il 12 novembre a salire sul palco della sala concerti sarà Andrea Andrillo. La chiusura della rassegna, il 19 novembre, sarà affidata alla cantautrice Sidra al secolo Piera Demurtas.

Gli appuntamenti con la grande classica prenderanno il via il 4 novembre alle 21 con una rassegna di tre appuntamenti dedicati a Beethoven. «Non abbiamo voluto rinunciare – spiega Mancini – a celebrare il genio del grande compositore tedesco. Lo scorso anno ricorreva il 250° anniversario della nascita di Beethoven ma la pandemia costrinse il Verdi ad annullare le attività programmate tra cui la rassegna dedicata al compositore. All’inizio e alla fine di ogni concerto è prevista una presentazione e un commento di un critico musicale».

Si parte giovedì 4 novembre con il concerto 4 op. 58 in Sol Maggiore per pianoforte e orchestra. A eseguirlo sarà il giovane e già affermato pianista Simone Ivaldi con il quintetto d’archi composto da Michelangelo Lentini, Francesco Fadda, Sergio Lambroni, PaoloTedde e Paolo Beretta. La presentazione e il commento sono curati da Alessandro Tommasi. Giovedì 11 novembre il sipario si aprirà sul duo Guglielmo De Stasio al violino e Juliette Aridon al pianoforte. I due musicisti eseguiranno la sonata n. 5 op.24 in Fa Maggiore per violino e pianoforte detta “La Primavera”. La presentazione e il commento dell’esecuzione sono affidati a Luisa Sclocchis. Il terzo e ultimo degli appuntamenti dedicati a Beethoven è fissato per giovedì 18 novembre. Michelangelo Lentini al pianoforte e Juliette Aridon al violino eseguiranno la sonata per violino e pianoforte in Sol Maggiore.Andrea Ivaldi si occuperà della presentazione e del commento dello spettacolo. Prevendita al Teatro Verdi 079 236121



WsStaticBoxes WsStaticBoxes